Debito sanitario. Francesco Pitaro: "Necessaria una commissione d'inchiesta"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Debito sanitario. Francesco Pitaro: "Necessaria una commissione d'inchiesta"
Il consigliere regionale, Francesco Pitaro

E' quanto ha chiesto in aula il consigliere regionale Francesco Pitaro, che ha aggiunto: "Fare chiarezza sul debito è la condizione imprescindibile per risultare credibili”.

  19 maggio 2021 18:29

 
 
“Gli interrogativi posti dal consigliere regionale Carlo Guccione circa il ruolo svolto dal Kpmg Advisory S.p.a. che in Calabria agisce dal  2008 (per compensi pari a 11.015.878,23 di euro) sulla tenuta contabile e finanziaria di Asp e Aziende ospedaliere,  e le altre ‘misteriose’ partite che a intervalli regolari tornano nel dibattito pubblico -  come i 100 milioni di debito di quella che sarebbe dovuta essere un’eccellenza scientifica (la Fondazione Campanella) ed invece è diventata un ‘mostro giuridico’- rendono più che necessaria l’istituzione di una Commissione d’inchiesta del Consiglio regionale sulle origini e sull’esplosione del debito sanitario che grava sulla testa dei calabresi come un macigno”.
 
È quanto ha proposto intervenendo in Aula il consigliere regionale Francesco Pitaro, che ha aggiunto: “Questo Consiglio, che dovrà restare fino ad ottobre in una sorta di limbo della legislatura, ha l’occasione di rendersi utile, svolgendo, con la collaborazione di maggioranza e opposizione, una funzione ricognitiva del debito e di chiarimento su vicende del passato i cui effetti deleteri  si avvertono tuttora”.
 
Ad avviso di Pitaro: “Per andare, appena sarà possibile, oltre la fase dei commissariamenti che hanno acutizzato le criticità, divenendo essi stessi piuttosto che la soluzione il problema, specie se si pensa alla frammentazione legislativa delle competenze spesso contraddittorie, sovrapposte e dunque inefficaci, è ineludibile avviare e portare a compimento la definizione della massa debitoria del sistema sanitario. Altrimenti, la stessa richiesta di azzeramento del debito rischia di apparire vuota di senso e retorica. Fare chiarezza sul debito è la condizione imprescindibile per risultare credibili”.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner