Differenziata da record e Tari troppo alta, Codacons sul piede di guerra

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Differenziata da record e Tari troppo alta, Codacons sul piede di guerra
L'immagine simbolo della Tari
  01 agosto 2019 14:14

Un'istanza di accesso per "ottenere i dati di tutte le somme incassate dal Comune di Catanzaro dalla vendita dei rifiuti recuperabili e per sapere come siano state imputate nei bilanci queste somme nonché conoscere i motivi per cui queste somme non siano state utilizzate per diminuire la Tari".
 
A presentarla il Codacons che ricorda come"Catanzaro in appena tre anni è passata da una percentuale bassissima (8,27 per cento nel 2015) al 62,14 per cento del 2018. Tuttavia questo lodevole traguardo, raggiunto grazie alla collaborazione dei cittadini, non ha portato la naturale conseguenza dell’abbassamento della Tari". 
 
La presa di posizione del Codacons è durissima: "Evidentemente a Catanzaro, almeno per le bollette, non trova applicazione la terza legge della dinamica secondo cui ad ogni azione deve corrispondere una uguale e contraria". Nel mirino l’assessore Cavallaro perché  Francesco Di Lieto sarebbe stato doveroso fornire un segnale concreto della positività dei comportamenti tenuti dalla maggioranza dei catanzaresi".
 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner