Dimensionamento scuole, Lotta Studentesca: "Pensare al miglior futuro possibile del Galluppi"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Dimensionamento scuole, Lotta Studentesca: "Pensare al miglior futuro possibile del Galluppi"
Galluppi
  18 ottobre 2023 08:22

"Nella nuova proposta all'amministrazione provinciale di Catanzaro, che per oggetto ha il piano di dimensionamento scolastico, programmazione dell’offerta formativa e riorganizzazione della rete scolastica della Provincia di Catanzaro -  triennio 2024/2025 – 2026/2027, vi è uno dei punti cardine della riforma scolastica di lotta studentesca e ciò non ci sorprende, in quanto le lotte perseguite con il cuore in mano e il fuoco negli occhi porteranno sempre dei risultati, e il nostro piano di riforma ha echeggiato per mesi nei media, con interventi, e nelle strade, con volantini e striscioni. Tutto ciò, mentre i collettivi di Sinistra rimanevano ancorati a disilluse idealizzazioni. Ricordiamo che i nostri occhi non devono soffermarsi a ciò che è la scuola, ma proiettarsi a ciò che dev'essere". E' quanto è scritto in una nota a firma Claudio Maria Ciacci, responsabile provinciale di Lotta Studentesca

La nota prosegue con la menzione della riforma citata. "In merito alla richiesta formulata Liceo Classico Galluppi (prot. n° 0029760 del 05/10/2023) –Trasmissione del Dirigente Scolastico di Delibera n.12 di Consiglio di Istituto – verbale n. 3  -del 04/10/2023- riportante la proposta di attivazione del Liceo Classico Quadriennale a partire dall’anno scolastico 2024/2025, secondo cui  vista la sperimentazione dei licei è stata portata a termini con esiti positivi, che è auspicabile allineare l’età di uscita degli studenti italiani con quelli europei e che è necessario diversificare l’offerta formativa. Questa Amministrazione ritiene che l’attivazione del percorso quadriennale risulterebbe innovativa ed originale in quanto garantirebbe la differenziazione dell’offerta formativa nella area di competenza della città di Catanzaro e del hinterland del capoluogo di regione, precisando che dovranno essere utilizzate le strutture già a disposizione dell’Istituzione scolastica senza aggravio per l’Ente."

Banner

"Tutto ciò trova riscontro nei nostri programmi e discorsi", aggiunge Ciacci. "Nello specifico, in un grosso dibattito (tenutosi il 12 agosto), che ha accompagnato successivamente un articolo sulle testate (Immigrazione, dibattito di Casa Degrelle Catanzaro), in cui si era chiaramente espressa la volontà di una riduzione del percorso scolastico e una riflessione sull’importanza di sopperire al calo demografico italiano. Coloro che abbracciano le nostre direzioni lo fanno poiché ci adoperiamo in un’opera che sicuramente è maestosa e rivoluzionaria; i nostri valori non sono meri fossili da esporre in un museo, ma sono logiche reazioni alle necessità moderne che accompagnano l'evoluzione della società", prosegue.

Banner

"C'è da chiedersi, altresì, come mai personaggi illustri, come Cacciari (ex sindaco di Venezia, filosofo e scrittore notoriamente di estrazione di sinistra) e Affinati (professore, scrittore e appartenente alla sinistra, anche per i suoi trascorsi familiari), non di Catanzaro e non calabresi, hanno tanto a cuore le sorti del Liceo Galluppi di Catanzaro. Ipotizzo, ma è un mio pensiero che non per forza dev'essere di tutti gli altri che l'unico legame che hanno reale è quello con il Gutenberg, che reclamizza e fa vendere copie dei lavori prodotti. Invito tutti a riflettere e non lasciarsi fuorviare da nessuna meccanizzazione, ma a pensare invece al migliore futuro possibile per il proprio istituto", concluda la nota di Lotta Studentesca.

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner