Disservizi continui al Postamat di Botricello, il sindaco perde la pazienza e scrive a Poste

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Disservizi continui al Postamat di Botricello, il sindaco perde la pazienza e scrive a Poste
Il sindaco di Botricello, Saverio Simone Puccio
  09 luglio 2024 15:49

Uno sportello bancomat obsoleto e disservizi continui, con esasperazione dei cittadini e mancate risposte alle continue segnalazioni dell’Ente Comunale. È questa la condizione in cui si trova l’Ufficio Postale di Botricello, scatenando la vibrata protesta del Sindaco Saverio Simone Puccio.

In una nota inviata a Poste Italiane e, per conoscenza, a S.E. il Prefetto di Catanzaro Enrico Ricci, il Sindaco Puccio che evidenziato che “da circa due anni proviamo a interloquire con gli Uffici e con i referenti di Poste Italiane nel tentativo di affrontare in maniera seria e concreta le gravissime carenze che si registrano nell’Ufficio Postale di Botricello. Nonostante l’assoluta assenza di Poste Italiane, l’Ufficio rappresenta un punto di riferimento per un intero comprensorio e l’approssimarsi della stagione estiva aggrava ancora di più le lacune esistenti”.

Banner

In particolare, il Sindaco ha spiegato di avere “ripetutamente segnalato la totale inadeguatezza dello sportello ATM che può essere paragonato a un cimelio inutile, al punto che sono più i giorni in cui risulta guasto che quelli in cui è operativo. Basti pensare che, quando è funzionante, una singola operazione richiede diverso tempo per essere completata visto che l’apparato è totalmente obsoleto”. Il Sindaco ha richiamato diverse problematiche: “Dopo l’iniziativa per il progetto “Polis” tenuta a Roma, questa Amministrazione ha offerto, per iscritto, la disponibilità ad investire nell’area dell’Ufficio Postale per realizzare un luogo di ritrovo adeguato e consono. Nessuna risposta è stata mai fornita nonostante le diverse comunicazioni a decine di indirizzi dei referenti di Poste Italiane, costringendo questo Ente a spostare i fondi per altra iniziativa pubblica. Anche la richiesta di avviare una interlocuzione circa la struttura che ospita l’Ufficio Postale, di proprietà del Comune – ha aggiunto - è stata disattesa. Oltre alle diverse Pec inviate sono state molteplici le telefonate con vari funzionari di Poste Italiane, ma nulla è avvenuto dopo le rassicurazioni verbali”.

Puccio ha dichiarato che “la situazione dei servizi di Poste Italiane, in un centro di primaria importanza come quello di Botricello, è assolutamente inaccettabile, così come non risulta rispettoso l’atteggiamento tenuto dai referenti di Poste Italiane nei confronti di una Istituzione Pubblica verso cui dovrebbe avere maggiore rispetto”. In questo contesto, l’Amministrazione Comunale ha sottolineato di non essere “più disposti a sopportare una simile condizione, per cui si preavvisa che senza una adeguata, urgente e concreta risposta alle problematiche evidenziate, saremo costretti ad avviare una serie di azioni, legali e di protesta, a tutela dell’Ente e della popolazione tutta. In questo contesto, che si protrae da anni – ha concluso - risulta impossibile continuare a mediare con la popolazione che è esasperata da simili atteggiamenti, con continue rimostranze sia nei confronti del personale dell’Ufficio Postale, assolutamente incolpevole, sia nei confronti di questo Ente”.

Banner

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner