Donato contro Alecci e Fiorita: "Mia proposta riceve consenso perché è più credibile, non per gli inciuci"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Donato contro Alecci e Fiorita: "Mia proposta riceve consenso perché è più credibile, non per gli inciuci"

Valerio Donato prima di una kermesse nel Capoluogo. Su Alecci: "A Soverato ha avuto nella maggioranza il centrodestra". Su Fiorita: "Ha avuto interlocuzioni con tutti i partiti del centrodestra per farli aderire alla sua proposta"

  22 marzo 2022 19:55

"Sembra questa cosa meravigliare molti ma in realtà è nata come una proposta indirizzata a tutte le forze in campo. Si meravigliano alcuni, penso per esempio ad Alecci che è ispiratore di un lodo che vede una sua maggioranza a Soverato formata anche da partiti di centrodestra. Si meraviglia Nicola Fiorita che ha avuto interlocuzioni con tutti i partiti di centrodestra per tentare di farli aderire alla sua proposta. Magari lo dicesse ai suoi sostenitori farebbe cosa onesta, come chiede onestà agli altri. Il fatto che la nostra proposta riceva consenso e le altre no probabilmente significa che la nostra è più credibile, non perché abbiamo fatto inciuci altrimenti gli inciuci gli avrebbe fatti anche lui. E' una cosa che mi sembra sgradevole, non lo affermerei mai che lui fa inciuci. Come ho detto da subito, sono un polis-centrico. Quello che sta al centro di tutto è la città, non sono Donato centrico. Non mi piace fare una campagna elettorale contro qualcuno ma sulle proposte. Giudichiamo le proposte. Di tutte queste storie alla gente interessa molto poco".  Così il candidato a sindaco alle prossime Comunali di Catanzaro Valerio Donato rispondendo ai giornalisti sulle critiche per una coalizione 'troppo' ampia, prima di una kermesse al Supercinema. 

Banner

E sul Pd? "Quello che dovevo dire a Boccia e al Pd l'ho già detto. Ho sostenuto la necessità di una partecipazione democratica non quando ero sindaco ma addirittura quando ci sono state le passate elezioni provinciali di congresso. L'unico in tutto il partito astenuto perché mi sembrava una farsa fare l'elezione del segretario provinciale che era già definito dall'inizio. Non strumentalizzino le mie posizioni perché sono state limpide, trasparenti e schiette". 

Banner

 

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner