Donato: "Salvini mi ha detto che non vuole mettere bandierine. Per fare un parcheggio non bisogna avere la stessa ideologia"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Donato: "Salvini mi ha detto che non vuole mettere bandierine. Per fare un parcheggio non bisogna avere la stessa ideologia"

Donato all'incontro del movimento Alleanza per Catanzaro ha illustrato alcune proposte programmatiche. Per il quartiere Lido ipotesi di due aree parcheggio da 200 posti ciascuna e l'elenco delle attività che andranno alla Catanzaro servizi

  08 maggio 2022 15:39

"Mancuso e Longo sono stati i primi che mi hanno chiamato e con i quali abbiamo fatto una chiacchierata gradevole sui contenuti. Nonostante quello che si possa dire, la discussione non è stata mai caratterizzata da poltrone, poltroncine e posizione di potere. L'unica cosa che è stata posta: è come si può fare per governare adeguatamente". Così Valerio Donato nel corso dell'incontro di oggi organizzato dal movimento 'Alleanza per Catanzaro' e poi ha ricordato l'interlocuzione con il senatore Salvini: "mi ha detto: io non voglio mettere bandierine sulla città. Vorrei che la tua città fosse amministrata adeguatamente e i miei referenti che la tua è la migliore proposta".

"Se partiamo dalle ideologie è certo che non lo pensiamo allo stesso modo, ma se bisogna fare un parcheggio o un ponte non è che bisogna avere la stessa ideologia. Noi - ha spiegato Donato- siamo partiti dal programma, dalle cose da fare. Pur pensandola diversamente sulle questioni nazionali e internazionali, abbiamo discusso su cosa bisogna fare per la città. I miei competitor sono in continua contraddizione e non mi criticano mai sui contenuti".

Banner

E così Donato si è concentrato sul programma che in sintesi si sviluppa su due binari: "Un'idea, un progetto per determinare nuovi flussi in ingresso nella città e poi bisogna valorizzare i quartieri", nel senso di attribuire una 'vocazione per ogni quartiere". Sul quartiere Lido, si parte dalla necessità di sviluppare il turismo, e questo non può avvenire con "un porto qualsiasi", ha detto Donato, lasciando intendere che occorrerà consultare professionisti per valorizzare al massimo l'infrastruttura aggiungendo altre attività. Ma non solo turismo, su Giovino si può pensare "con la conferenza dei cittadini" a come far sorgere altre attività terziarie. Su un piano più 'quotidiano', e sempre per il quartiere Lido, Donato ha prospettato l'ipotesi di installare due nuove aree per i parcheggi. Una vicino la stazione ferroviaria e un'altra nei pressi della foce del Corace: due strutture da circa 200 posti auto ciascuna. 

Banner

Sono venute fuori alcune proposte sulla Catanzaro servizi. Una è un'ipotesi in fase di studio, ossia la possibilità di risparmiare sui 1,2 milioni legati all'Iva. La partecipata, stando a quanto dichiarato da Donato, dovrebbe occuparsi della tutela del verde, delle affissioni pubblicitarie, dei servizi cimiteriali, ma non solo. Anche, ad esempio, la manutenzione delle scuole.  (g.r.)

Banner

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner