Duplice omicidio a Davoli, la difesa in aula punta sul vizio parziale di mente dell'uomo che uccise l'ex moglie e il suo compagno. La sentenza a giugno

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Duplice omicidio a Davoli, la difesa in aula punta sul vizio parziale di mente dell'uomo che uccise l'ex moglie e il suo compagno. La sentenza a giugno
Gualtieri e le vittime

La Procura ha chiesto la pena dell'ergastolo per Giuseppe Gualtieri

  27 maggio 2020 15:05

di EDOARDO CORASANITI

Vizio parziale di mente e ed esclusione delle circostanze aggravanti. 

Dopo la richiesta della pena dell'ergastolo per Giuseppe Gualtieri (LEGGI QUI), accusato di aver ucciso l'ex moglie e il compagno il 23 dicembre del 2018 davanti al tabacchino nel centro storico di Davoli (Catanzaro), oggi è stato il turno della difesa rappresentata dagli avvocati Vincenzo Cicino e Salvatore Staiano. 

I due legali hanno richiesto al giudice dell'udienza preliminare l'esclusione delle aggravanti come i futili motivi e lo stalking. E ancora, che venga riconosciuto il vizio parziale di mente relativo al momento dell'omicidio.

Il Gup ha rinviato al 12 giugno per le repliche del pubblico ministero Chiara Bonfadini e la sentenza.

Per la morte di Francesca Petrolini e il nuovo compagno, Bava Rocco, già durante l'interrogatorio di garanzia l'ìmputato ha confessato l'omicidio. L'uomo è stato colpito due volte, una alla testa e l'altra all’addome. Lei è deceduta sul colpo.  La coppia è stata sorpresa all'interno di una tabaccheria nel centro del paese del catanzarese di cui era titolare proprio Petrolini 

Il processo si svolge con il rito abbreviato, davanti al giudice Marco Ferrante

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner