Elio Mauro sul taglio dei posti letto all'ospedale Pugliese: "Intervenga la politica"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Elio Mauro sul taglio dei posti letto all'ospedale Pugliese: "Intervenga la politica"
Elio Mauro, presidente dell'associazione "Il Ponte Morandi"
  16 ottobre 2019 16:29

"Ai politici calabresi, locali, provinciali, regionali nonché a chi è stato eletto nel governo centrale, molto probabilmente, interessano più le “poltrone” che i “lettini”". Ad affermarlo è Elio Mauro, presidente dell'associazione "Il ponte Morandi".

"L’ospedale “Pugliese/Ciaccio”, causa fine lavori del personale assunto a tempo determinato, perderà ulteriori 43 posti letto, un proprio e vero massacro a discapito dei meno e più bisognosi, un attentato al diritto della salute, eppure tutto tace, tutto va bene finché non arrivi qualcuno che potrebbe far perdere le poltrone ai propri beniamini, allora si scende in piazza per contestare! Medici, infermieri, tecnici e personale impegnato alla sanità pubblica sempre di meno, costretti con sacrifici personali e forse anche mal retribuiti, a raddoppiare turni. Lunghe file al pronto soccorso dove i cittadini, giustamente, pretendono le massime attenzioni, che spesso ritardano ad arrivare in quanto tra legge 104, tra personale in malattia, i pochi sanitari presenti non riescono a soddisfare tutte le esigenze in tempo reale. Tagli dei posti letto a quei reparti d’urgenza dove dovrebbero essere in aumento, la salute quando manca non fa sconti, non dà il tempo di organizzarsi.

Chiedo ai politici Calabresi votati ed eletti per salvaguardare i diritti dei cittadini, tutti insieme- continua Mauro- senza distinzioni di colori politici, di scendere in campo affinché ai calabresi non venga meno il diritto alla salute, di tirare fuori dalle maniche gli “assi”, utili a far ottenere le dovute garanzie a chi ha bisogno di assistenza sanitaria, un’assistenza che noi tutti puntualmente onoriamo, anche se da un po’ di tempo stiamo subendo un proprio e vero furto, in questi casi, legalizzato".

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner