Enti locali. Falcomatà: "Un fondo nazionale di 10 milioni per risarcire beni in caso di intimidazioni"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Enti locali. Falcomatà: "Un fondo nazionale di 10 milioni per risarcire beni in caso di intimidazioni"
Il sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà
  28 luglio 2021 16:52

 "Un fondo nazionale di 10 milioni di euro nella Legge di Bilancio dello Stato da dedicare al risarcimento dei danni subiti dai beni pubblici e privati in casi di intimidazioni e danneggiamenti contro le Amministrazioni territoriali ed i loro rappresentanti".

È quanto proposto dal sindaco di Reggio Calabria e delegato Anci ai beni confiscati alle mafie, Giuseppe Falcomatà, nel corso della riunione dell'Osservatorio nazionale sul fenomeno degli atti intimidatori nei confronti degli amministratori locali. Il tavolo, coordinato dalla ministra dell'Interno Luciana Lamorgese, ha preso in esame l'aumento esponenziale dei fenomeni intimidatori nei confronti dei sindaci e degli amministratori locali, in particolare nelle regioni del sud Italia.

Banner

"Nel 2021 gli atti intimidatori e le aggressioni subite dagli amministratori locali, ed in particolare dai sindaci, sono addirittura aumentate - ha spiegato Falcomatà - siamo arrivati a circa 370 casi, 50 in più rispetto ai dati dello scorso anno. Una recrudescenza del fenomeno dovuta anche all'emergenza sociale derivante dalla crisi sanitaria". Tre le proposte avanzate da Anci, ed illustrate alla ministra Lamorgese da Falcomatà per conto dei colleghi sindaci, oltre il fondo dedicato per il risarcimento dei danni, una comunicazione più efficace ed evidente sull'inasprimento delle pene per chi si rende protagonista di fatti intimidatori, al fine di scoraggiare comportamenti illeciti ed offrire un sostegno a chi si trova ad affrontare episodi di questo tipo.

Banner

(Agenzia DIRE)

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner