Esercito, emozioni e obiettivi del sedicenne reggino Mariano Calabrò che ha giurato a Milano

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Esercito, emozioni e obiettivi del sedicenne reggino Mariano Calabrò che ha giurato a Milano
Mariano Calabrò
  21 marzo 2022 12:31

Tra gli allievi del corso “FERRARI III” della Scuola Militare “Teulié”, che hanno giuramento di fedeltà alla Repubblica Italiana a ilano, ci sono anche due calabresi, Mariano Calabrò di Gioia Tauro e Paolo Manica di Crotone.

Mariano Calabrò ha 16 anni e viene, appunto, da Gioia Tauro, in provincia di Reggio Calabra, e dallo scorso Settembre frequenta la Scuola Militare “Teulié” di Milano, "dove - dice - faccio orgogliosamente parte del corso “Ferrari III”, intitolato al Tenente Colonnello Elio Ferrari, Medaglia d’Oro al Valore Militare".

Banner

Mariano, ci racconti cosa ti ha indotto a questa scelta di vita?

Banner

"Ho deciso di partecipare al concorso per l’ammissione a questa prestigiosa Scuola militare perché, per indole e per l’educazione che ho ricevuto, credo fermamente nei valori su cui si fonda la formazione di questo Istituto e che ritengo essere fondamentali per essere, oltre che un buon soldato, anche e soprattutto un cittadino responsabile e consapevole".

Banner

Come ti senti a tagliare questo primo traguardo?

"Provo molta emozione alla vigilia della tanto agognata cerimonia di Giuramento Solenne a cui finalmente prenderò parte sabato mattina, unitamente ai colleghi del mio Corso. Tuttavia, sento che l’emozione non lascia spazio all’ansia; piuttosto, mi sento pronto e sereno di giurare fedeltà alla Repubblica Italiana al cospetto della nostra Bandiera".

Come è stata la vita a Scuola?

"Sono felice del fatto che ci siano altri allievi calabresi frequentatori della Scuola, anche all’interno del mio stesso corso. La loro presenza è stata particolarmente importante soprattutto nei primi giorni dall’ammissione, aiutandomi ad affrontare meglio le fasi di adattamento iniziali dovute al cambio di abitudini quotidiane. Sin da subito il fatto di condividere le radici ci ha unito e ho un ottimo rapporto con ciascuno di loro".

Progetti per il futuro?

"Sinceramente non ho ancora idee chiare sul futuro che mi aspetta al termine dell’esperienza formativa qui alla Scuola militare “Teulié”. Sono però assolutamente convinto che la formazione che sto ricevendo qui, sia in termini di istruzione e competenze sia in termini di accrescimento della tempra morale e caratteriale, mi renderà pronto e in grado di perseguire qualsiasi obiettivo mi prefiggerò di perseguire".

LEGGI ANCHE QUI. Esercito, giurano a Milano gli allievi della Scuola Militare Teulié

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner