Europee, la Conferenza Democratiche di Catanzaro si prepara alla sfida

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Europee, la Conferenza Democratiche di Catanzaro si prepara alla sfida
Lidia Vescio (Pd)
  03 maggio 2024 18:57

Oggi, si è tenuta la riunione della Conferenza Democratiche di Catanzaro, convocata dalla Portavoce Lidia Vescio .Un momento di fondamentale importanza per discutere delle sfide e delle opportunità che si presentano per il futuro del nostro Paese. Tra i partecipanti alla riunione Elisabeth Sacco, Assemblea Nazionale PD, Teresa Esposito, Portavoce della Conferenza Regionale, Maria Chiara Chiodo e Anna Pittelli, della Segreteria Regionale.

Lidia Vescio, Portavoce delle Democratiche, ha sottolineato che “si sta avvicinando una sfida importante: quella delle prossime elezioni europee. Il voto al Partito Democratico è un modo per di riaffermare i valori fondamentali su cui è stata fondata l'Unione Europea:  rispetto della dignità umana, libertà, democrazia, uguaglianza, Stato di diritto, rispetto dei diritti umani, compresi quelli delle minoranze, valori che troppo spesso vengono calpestati. Colgo l’occasione per augurare in bocca al lupo ai nostri candidati calabresi in Europa, Jasmine Cristallo e Luigi Tassone, invitando le Democratiche a dare la loro terza preferenza ad una candidata donna, per continuare a valorizzare il ruolo delle donne nella politica e nella società.

Banner

Continua Vescio: "La Calabria ha bisogno di voci forti e impegnate che portino i problemi del Mezzogiorno all'attenzione dell'Europa. Solo insieme possiamo fare la differenza".

Banner

Durante la discussione, la Conferenza delle Democratiche di Catanzaro ha ribadito il proprio no all’autonomia differenziata. Il dibattito si è poi soffermato sulla nuova legge che permette ai movimenti pro-vita di entrare nei consultori. Le Democratiche hanno ribadito il loro impegno a difendere con fermezza il diritto di scelta delle donne, preparandosi ad una mobilitazione regionale per difendere la legge 194. “È stato un importante - e necessario - momento di confronto e di organizzazione di azioni concrete per opporci alla regressione e difendere i diritti delle donne con tutte le nostre forze".

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner