Ex Cinema Orso, Casalinuovo a Ursino: "La vendita sarà solo a vantaggio di chi lo compra"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Ex Cinema Orso, Casalinuovo a Ursino: "La vendita sarà solo a vantaggio di chi lo compra"
Aldo Casalinuovo
  03 febbraio 2022 09:28

"Il consigliere Ursino nella sua replica alla mia nota sulla vendita dell'ex cinema Orso di Catanzaro Lido, dimostra, purtroppo, di non aver inteso senso e significato del mio intervento. Provo, dunque, ad essere più chiaro. Egli ha presentato la messa all'incanto dell'immobile dell'ex cinema Orso con toni quasi trionfalistici: un grande risultato finalmente raggiunto, ha sostanzialmente affermato. Ora è invece chiaro che questo significherà soltanto la definitiva assegnazione di quell'area a vantaggio di chi vorrà e potrà acquistarla, utilizzandola in futuro per ciò che sarà possibile fare (perche' no, anche un  intervento edilizio speculativo. O pensiamo che l'eventuale acquirente faccia beneficienza?)".

L'avvocato Aldo Casalinuovo, candidato a sindaco alle prossime Comunali di Catanzaro, risponde così al consigliere comunale Antonio Ursino sulla questione della volontà dell'Amministrazione di vendere l'ex Cinema Orso.

Banner

LEGGI QUI. Ex Cinema Orso a Catanzaro Lido, Casalinuovo: "Venderlo è davvero un controsenso"

LEGGI QUI. Catanzaro, Ursino: "Sull'ex cinema Orso affermazioni imprecise, grazie all'impegno del Comune si recupereranno molti crediti"

Banner

"Peraltro - aggiunge Casalinuovo -, il carico tributario inevaso per oneri dovuti, che ha dato luogo alla procedura esecutiva, è pari ad €. 327.477,36 (comprensivo di interessi di mora e diritti di procedura) ed è dunque ben difficile, per non dire impossibile, che questa somma possa essere recuperata attraverso la vendita di un immobile diruto (primo incanto €. 386.183,70, secondo incanto diminuito di 1/3, €. 252.455,89, terzo incanto, con ulteriore diminuzione di 1/3, €. 171.637,20, quarto incanto eventualmente da fissare). E allora,  il senso del mio intervento era questo: non si poteva agire più efficacemente onde recuperare definitivamente immobile e sito (facendo leva proprio sul debito della  proprietà nei confronti del Comune), che certamente rappresentano un momento di memoria storica del quartiere? Di cosa dovremmo essere soddisfatti, che un immobile che ha pur sempre un valore identitario per il quartiere marinaro dopo un tempo infinito venga messo all'incanto, come per legge, per un soltanto ipotetico, e al più parziale, recupero di oneri non versati? Tutte riflessioni già svolte nei giorni scorsi anche da due osservatori cittadini autorevoli, quali Franco Cimino e Vito Bordino. Poi, se Ursino ha in mente qualche altro ed ulteriore passaggio amministrativo lo ascolteremo. Ma magnificare la messa all'incanto dell' immobile come straordinario esito dell'attività amministrativa, risulta davvero (e a quanto pare non soltanto al sottoscritto) una forzatura piuttosto evidente".

Banner

Casalinuovo, quindi, conclude: "Quanto alla candidatura a sindaco, non se ne preoccupi più di tanto il consigliere Ursino. Pensi invece ad altro. Faccia sapere, ad esempio, ai nostri concittadini azione e risultati a lui attribuibili nel corso del mandato amministrativo prossimo alla scadenza: anche in questo caso sarò ben lieto di ascoltarlo, prendendomi tutto il tempo, poco o molto che sia, necessario".

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner