Falbo, riconfermato presidente di Confcommercio Calabria centrale: "Il Governo non comprende le difficoltà del settore"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Falbo, riconfermato presidente di Confcommercio Calabria centrale: "Il Governo non comprende le difficoltà del settore"

  28 ottobre 2021 15:12

di CARMEN MIRARCHI

Pietro Falbo è stato riconfermato alla guida della Confcommercio Calabria centrale solo qualche giorno fa ma ha chiari gli obiettivi futuri in vista di una ripresa economica. "Una riconferma importante per l'area di Catanzaro perché sono tante le sfide che ci attendono. Siamo stati vicino alle attività durante la pandemia e vorrei ricordare che passerà prima la pandemia da Covid che quella economica. Il nostro progetto è  continuare a relazionarci in maniera significativa ed importante con le aziende e  metterle  in condizione di evolversi nel mercato" ha detto Pietro Falbo.

Banner

Banner

"Vi è in atto una transizione digitale di cui dobbiamo essere protagonisti. Le aziende in provincia di Catanzaro sono 34.666 e nell'ultimo anno c'è stato stranamente un delta positivo dello 0.87% che è tantissimo se pensiamo alla pandenia e alla crisi strutturale.  Per le aziende del terziario avanzato l crescita è stata del 3/4%. Questo ci fa ben sperare. Le previsioni per il 2021 sono del 5 9% e per 2022 del 4.3%,sono dati relativi al precedente anno. I nostri esercenti hanno voglia di ricominciare " ha aggiunto Falbo.

Banner

Il riconfermato Presidente Confcommercio Calabria centrale consiglia investimenti n settore turistico per attivare filiere che possano migliorare l'accoglienza del turista. Investimenti su borghi, turismo e ristorazione  questi i settori da attenzionare per Pietro Falbo.

"Le misure economiche ed i ristori del Governo sono state tardive. Gli esercenti si sono dovuti rivolgere agli istituti bancari, abbiamo istituito mail e numeri per le segnalazioni relative alle maglie del sistema bancario. Il Governo non comprende le difficoltà delle aziende, e spesso arrivano prima gli usurai. Le misure legislative e governative sono concepite da soggetti che poco hanno a che fare con le nostre aziende.  Ci auguriamo un cambio di passo anche sulla burocrazia " ha detto ancora Falbo.

In merito al Greenpass il presidente Calabria Centrale Confcommercio ha sottolineato che i diversi investimenti degli esercenti   spesso sono stati quasi presi in giri dalle decisioni del Governo.  "Sembrerebbe che l'utente si senta più garantito e ciò potrebbe ad un vero e proprio impegno per il rispetto delle regole da parte di tutti".

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner