Festa della Repubblica. L'Anpi celebra il 2 giugno nell’area museale di Tiriolo

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Festa della Repubblica. L'Anpi celebra il 2 giugno nell’area museale di Tiriolo

Nel corso della giornata, la presentazione del libro di Pino Ippolito Armino, “Il fantastico regno delle Due Sicilie – Breve catalogo delle imposture neoborboniche”

  31 maggio 2021 16:25

"Sempre con la Costituzione accanto, nostra inseparabile guida per orientarci anche nelle situazioni più difficili, onoreremo la data del 2 Giugno Festa della Repubblica", è quanto dichiarato dal Comitato Anpi della provinciale di Catanzaro, con il presidente Mario Vallone.

"In periodi di smemoratezza interessata vale la pena ricordare che il 2 e 3 giugno 1946, gli italiani furono chiamati a votare, tramite referendum istituzionale, quale forma di stato dare al Paese appena uscito dalla Seconda Guerra mondiale, dopo la feroce e drammatica dittatura nazifascista. Fu la prima votazione a suffragio universale indetta in Italia, e fu la prima volta del voto alle donne su scala nazionale. Pur con tutte le attenzioni necessarie per la situazione sanitaria ancora non definita completamente, quest’anno saremo all’esterno", continua.

Banner

"All’insegna dell’art.9 della Carta Costituzionale, << La Repubblica promuove lo sviluppo e la ricerca scientifica e tecnica. Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione >> approfondiremo varie tematiche in una giornata densa di incontri all’interno dell’area museale di Tiriolo. L’appuntamento principale alle ore 11 in Piazza dei Principi sempre a Tiriolo per l’anteprima nazionale in presenza del libro di Pino Ippolito Armino appena pubblicato nelle edizioni Laterza. Volume importante già recensito autorevolmente sui quotidiani nazionali “Il fantastico regno delle Due Sicilie – Breve catalogo delle imposture neoborboniche”, la presenza dell’autore renderà più interessante il dibattito e più sentita la Festa della Repubblica. Con l’ANPI anche la libreria Ubik, l’associazione Scheria e Tiriolo Antica", conclude.

Banner

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner