Festival delle Erranze e della Filoxenia, l'ultimo appuntamento al borgo Panetti di Platania

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Festival delle Erranze e della Filoxenia, l'ultimo appuntamento al borgo Panetti di Platania
Festa a Panetti (Platania)
  08 gennaio 2020 22:57

Il clima di festa, le tradizioni e l’accoglienza, sono queste le chiavi di lettura che ha contraddistinto dell’ultimo appuntamento del Festival delle Erranze e della Filoxenia – Edizione Invernale. Gli ambienti e le suggestioni magiche rievocate nel piccolo borgo di Panetti a Platania ci hanno fatto guardare con occhi pieni di stupore il mondo intorno a noi.

La Pro Loco e le associazioni platanesi aderenti al Festival, hanno accolto, domenica 29 dicembre, nel piccolo borgo di Panetti turisti e curiosi in un pomeriggio ricco di emozioni e suggestioni, come solo una piccola grande festa di comunità può regalare. L’evento, realizzato grazie anche al contributo della Camera di Commercio di Catanzaro, ha fatto rivivere le antiche tradizioni del Natale.

Banner

La manifestazione ha avuto inizio alle 15.30 con l’escursione alla cascata della Tiglia, un breve itinerario alla scoperta della cascata, accompagnati da Francesco Bevilacqua, in un percorso studiato per essere effettuato a tutte le età.

Banner

Alle 18.00 il Gruppo Agesci Platania 1°, ha fatto riscoprire il mistero della nascita di Gesù tra i bellissimi vicoli del borgo di Panetti, con la rievocazione della Natività di Gesù.

Banner

Alle 18.30, sempre il Gruppo Agesci Platania 1° questa volta insieme all'ASD Platania Calcio, hanno organizzato il convivio dell'Errante, itinerario eno-gastronomico a base di grispelle, salumi, formaggi, pane e un buon bicchiere di vino locale.

Alle 18.45 ha avuto inizio lo spettacolo di musica tradizionale con il concerto dei Tarantella No Stop e la partecipazione di Angela Bianco.

Dalle 14.00 il Comune di Platania, guidato dal Sindaco Michele Rizzo, ha attivato un Servizio Navetta Non stop tra la Villa Comunale di Platania e Panetti

A partire dalle ore 14.00 sarà attivo un Servizio Navetta Non stop tra la Villa Comunale di Platania e Panetti, grazie alla collaborazione del Comune di Platania. In caso di pioggia l'evento si terrà nelle sale riscaldate del Centro di Accoglienza Turistica "Cascate della Tiglia".

“Questa manifestazione”, afferma il Presidente della Pro Loco Paolo Nicolazzo, “ha rappresentato la conclusione delle tante attività svolte nell’anno 2019 per la promozione e valorizzazione del territorio, alcune delle quali realizzate in sinergia con le associazioni platanesi: ASD Platania, ASD Platania Scherma, Associazione Futura Servizio Civile, AVIS Comunale, AGESCI Platania 1°, Associazione “Angeli del Reventino”, la Parrocchia di San Michele Arcangelo, l’Associazione Culturale “Felice Mastroianni”, gli Scalzi Musici Silvani. I prodotti della tradizione gastronomica calabrese sono stati forniti data società Valle Rito s.a.s.”

L’intero evento è stato seguito dall’Associazione Telematica Liberi.TV, che ha realizzato interviste e riprese durante la serata. Tutto il materiale realizzato è fruibile sia sul sito internet che sul canale Youtube di www.liberi.tv, nonché sui social di Angela Bianco, dei Tarantella No Stop, e della Pro Loco di Platania

"Di alto livello sono stati i nostri ospiti," continua Nicolazzo, “l’intrattenimento musicale, studiato per far riscoprire le nostre tradizioni di musica popolare, è stato curato dai Tarantella No Stop, gruppo fondato da Fabio Chiera, che nasce a Caulonia per animare le giornate del noto Festival, che ormai da anni attira numerose persone in quella che è diventata un pò la capitale della tarantella calabrese. Nel tempo si afferma come ciò che a livello internazionale verrebbe definita una streetband, ma dal chiaro stampo popolare. La loro musica itinerante, all’insegna dell’energia pura, non può che coinvolgere tutti, nelle vie, nelle piazze, nei borghi e ovunque ci sia bisogno di portare la tradizione con i canti, le danze e gli strumenti tipici, quali pipite, zampogne, organetti e tamburelli. Il loro obiettivo è aggregare e rallegrare la gente in una grande festa collettiva. Festa che in questa occasione è stata ulteriormente arricchita dalla partecipazione di Angela Bianco. Cantante e danzatrice, viene da Decollatura. La passione per la musica l’accompagna sin da bambina. La sua esperienza come cantante inizia con il pianobar e la partecipazione a dei piccoli gruppi di musica leggera. Poi per gioco entra a far parte di un gruppo di musica etno popolare e scopre la sua vera passione, quella per il mondo della tradizione. Decide quindi di approfondire le sue conoscenze attraverso lo studio delle danze popolari del sud e di alcuni strumenti come il tamburo a cornice e l’organetto. Fonda poi un suo gruppo che la porta ad esibirsi in tutto il territorio calabrese e a partecipare anche ad alcune trasmissioni televisive di emittenti regionali. Il suo bagaglio artistico si è arricchito anche di una bellissima esperienza internazionale con il maestro Cosimo Papandrea e della collaborazione con diversi gruppi del panorama calabrese. Ha all’attivo un lavoro discografico ed è autrice di due brani.”

L’escursione alla cascata della Tiglia è stata guidata da Francesco Bevilacqua, avvocato civilista ed amministrativista di professione, camminatore, scrittore, giornalista e fotografo naturalista per passione, è stato ed è attivo nel volontariato ambientalista con le maggiori associazioni del settore (F.A.I, C.A.I., W.W.F., Italia Nostra).  Ma la sua vera passione è vagabondare e sperdersi, con le gambe e con la mente, per monti e valli della Calabria, dove, dice, sono le sue radici e, prima o poi, assumerà le sembianze di un albero, fermandosi nel luogo che, dopo tanto errare, sarà la sua ultima e definitiva dimora. Ha scritto diciannove libri principali. Quattordici li ha dedicati all'esplorazione ed alla scoperta dei parchi, del viaggio, del paesaggio, delle bellezze naturali calabresi e sulla loro percezione in narratori e viaggiatori.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner