Fondazione Betania, lavoratori in protesta alla Prefettura: tra arretrati e promesse disattese

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Fondazione Betania, lavoratori in protesta alla Prefettura: tra arretrati e promesse disattese
Protesta Fonazione Betania
  26 gennaio 2024 14:02

Un nutrito gruppo di lavoratori di Fondazione Betania si sono ritrovati stamattina, nei pressi della Prefettura di Catanzaro, per un sit-in di protesta. Da tempo affrontano il problema dei pagamenti arretrati degli stipendi, con gravi ripercussioni sulla loro quotidianità e anche sulla serenità lavorativa. "Avanziamo delle mensilità: settembre, novembre, dicembre 2023 oltre alle conciliazioni ancora non rispettate", dicono.

Banner

"Tutti gli accordi sono stati disattesi da parte dell'amministrazione. Le istituzioni hanno fatto un silenzio assordante", sottolineano, in attesa di risposte concrete. "Saremo ricevuti anche dal vescovo, al quale spiegheremo la nostra difficile situazione", riferiscono durante il sit-in. "La dignità dei lavori è stata calpestata continuamente. Andremo avanti con azioni forti nei confronti dell'azienda, se saranno necessarie a far valere i nostri diritti".

Banner

Banner

"Ci sono mensilità non pagate. Manifestiamo ogni anno, ormai da tempo. Vantiamo ritardi negli stipendi e ogni volta è la stessa storia. Avanziamo saldi per precedenti conciliazioni, nonché vecchi crediti del 2019. C'è anche la questione - rimarcano ancora - del mancato pagamento della cessione del quinto". La protesta è destinata a proseguire, fanno sapere, qualora dovessero non intervenire azioni a loro tutela.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner