Fondi europei, Movimento Equità Territoriale di Catanzaro: "Al Sud ne spetterebbe il 67,5% . L'attuale governo sta disattendendo queste direttive"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Fondi europei, Movimento Equità Territoriale di Catanzaro: "Al Sud ne spetterebbe il 67,5% 
. L'attuale governo sta disattendendo queste direttive"

Il movimento ha avviato una petizione indirizzata al Parlamento Europeo. Raccolta firme sul lungomare di Catanzaro Lido

  06 luglio 2021 09:59

"Domenica 4 luglio il Circolo di Catanzaro del Movimento Equità Territoriale M24A sul lungomare di Catanzaro, ha allestito un punto di raccolta firme per la petizione indirizzata al Parlamento Europeo lanciata dal Movimento Equità Territoriale". E' quanto si legge in una nota della referente del Circolo di Catanzaro Movimento Equità Territoriale, Stefania Frustaci.

"L’Italia ha ricevuto 209 miliardi su 750 totali - prosegue -  in virtù del divario esistente da decenni tra il Nord e il Sud. Al Sud spetterebbe il 67,5% dei fondi. L’attuale governo sta disattendendo queste direttive europee, e con alta probabilità nella ripartizione ci assegneranno uno scarso e misero 19%. A fronte di ciò onde evitare che il Nord scippi i fondi e poi spalmi i debiti al Sud ci siamo attivati in tutte le Regioni meridionali con dei gazebo per informare i cittadini". 

Banner

"Ringraziamo quanti hanno aderito all’iniziativa - conclude - e hanno dedicato alcuni minuti del proprio tempo per sostenerci, nonché gli amici del Circolo di Lamezia Terme con la Referente Signora Sabina Marasco ed il Referente della Provincia di Catanzaro, Avvocato Amedeo Colacino che hanno dato il loro fattivo contributo con la loro gradita partecipazione".

Banner



Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner