Franco Caccia: "Catanzaro orgoglio del Sud"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Franco Caccia: "Catanzaro orgoglio del Sud"
Foto Palermo-Catanzaro (fonte US Catanzaro 1929)
  04 dicembre 2023 09:47

di FRANCO CACCIA

Cominciamo dalla fine: la squadra allenata da Vivarini esce dallo stadio Barbera con il pubblico di casa in piedi ad applaudire la squadra ospite che ha appena inflitto l’ennesima sconfitta ai rosanero.  Il Catanzaro sembra aver superato la breve fase di appannamento che ha portato a 3 sconfitte consecutive. Già domenica scorsa, in occasione del derby, vinto contro il Cosenza di fronte ad oltre 13.000 spettatori, i giallorossi avevano dimostrato di aver fatto tesoro dell’esperienza maturata in occasione delle partite con Como, Modena e Venezia dove non sono mancate delle ingenuità, pagate a caro prezzo. Ma il Catanzaro, è inutile nascondersi, dopo 15 gare appare ormai molto più di una piacevole sorpresa come conferma proprio l’ultima partita vinta in casa il Palermo. I siciliani arrivavano a questo incontro con il chiaro intento di dare qualche gioia al numeroso pubblico di casa che da diversi turni mastica amaro. I giallorossi, fin dall’inizio della gara, hanno però giocato con il piglio da grande squadra, per nulla intimoriti di calcare il terreno di uno dei più grandi stadi d’Italia.  A dare sostegno agli eroi in casacca giallorossa l’immancabile, numerosa e rumorosa presenza di tifosi arrivati nel capoluogo di Sicilia con ogni mezzo. Erano circa mille i tifosi ospiti, il cui costante sostegno con cori, canzoni e coreografie ha regalato un tocco di qualità e di colore all’evento sportivo. Per la cronaca, il Catanzaro   torna a vincere fuori casa dopo oltre un mese, l’ultimo squillo si era registrato in casa del Sudtirol. Allo stadio Barbera, il Catanzaro vince, con merito, grazie ai gol messi a segno dai suoi gemelli del gol: Iemmello e Biasci.   Grazie a questa vittoria la squadra del presidente Noto torna ad occupare postazioni di alta classifica e lancia un messaggio chiaro ad un campionato in cui le prime posizioni sono appannaggio esclusivo di squadre del nord. Da quanto si è potuto vedere finora sui campi di calcio, per qualità di prestazioni e risultati ottenuti, sembra spetti proprio al Catanzaro tenere alto il vessillo di un Sud che attende di incoronare la sua regina nel campionato di serie B.  La società di via Gioacchino da Fiore non si lascia influenzare dall’entusiasmo dei suoi impareggiabili tifosi e continua la sua opera nel solco di una programmazione scientifica. Di recente si sono, infatti, registrati due innesti di alto spessore. Le due new entry sono Massimo Bava ed Enrico Bortolas, individuati dalla società del Catanzaro calcio come figure strategiche per il potenziamento del settore giovanile, da cui si attendono importanti e concreti risultati in termini valorizzazione di talenti locali. Tornando all’attualità, la nuova classifica, specie dopo la bella vittoria a Palermo, dice che Catanzaro può tranquillante dire la sua per le primissime posizioni.  E’ lecito ipotizzare che dal prossimo mercato di gennaio arriveranno innesti di qualità volti a dare ulteriore linfa vitale e rinvigorire i sogni di una squadra già ben collaudata. Sempre nell’ottica di una programmazione, in cui nulla viene lasciata al caso, appare urgente riprendere con l’amministrazione comunale di Catanzaro il confronto sulla collocazione del nuovo stadio in grado di ospitare una tifoseria ben superiore ai 13.000 spettatori, capienza massima del Ceravolo. Non si aspetti oltre.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner