Gioco d'azzardo, appello della Fidapa Soverato per sensibilizzare istituzioni e cittadini

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Gioco d'azzardo, appello della Fidapa Soverato per sensibilizzare istituzioni e cittadini

  22 giugno 2024 09:55

Appello della Fidapa Soverato sulle gravi ricadute del gioco d'azzardo, piaga sociale ed economica del Paese. Nei giorni scorsi, con il patrocinio del Comune di Soverato, del COA di Catanzaro e della Camera Penale di Catanzaro, si è svolto il convegno “Azzardo e usura: analisi e strategie di contrasto” al teatro comunale di Soverato. "Obiettivo: rivolgere un appello all’opinione pubblica e ai decisori politici perché siano consapevoli delle gravi ricadute dell’azzardo nel nostro Paese, un settore cresciuto a dismisura anche a causa dell’assenza di un quadro legislativo adeguato", ha spiegato aprendo i lavori Roberta Ussia, presidente Fidapa sezione Soverato.

Un convegno voluto fortemente per avviare un dibattito con i rappresentanti delle istituzioni, delle forze dell’ordine, delle associazioni e dei professionisti sui fenomeni di gioco d’azzardo e usura. Un appello accolto e rilanciato nelle relazioni, a partire dal procuratore della Repubblica di Catanzaro, Vincenzo Capomolla, che ha sottolineato "quanto l'azzardo sia un settore appetibile per la criminalità organizzata, quale fonte di lucro e di riciclaggio di proventi illeciti". Carmela Tedesco, consigliera della Corte di Appello di Catanzaro, ha trattato il tema dell'usura, con particolare riguardo alle tutele preventive e successive a favore della vittima dell'azzardo, soffermandosi sulle procedure che riguardano il sovraindebitamento. Francesco Iacopino, presidente della Camera Penale di Catanzaro, ha messo in luce l'aspetto socio sanitario e le conseguenze che possono derivare per il giocatore d'azzardo che commette illeciti penali, sotto il profilo dell'imputabilità. Conclusioni di Riziero Bruno, vice direttore Banca d'Italia di Catanzaro, focalizzate sull'attività di monitoraggio delle banche. L'incontro è stato Moderato dal giornalista Pietro Melia. Intervenuti, tra gli altri, la presidente nazionale della Fidapa Bpw Italy Concetta Corallo e del distretto sud ovest Franca Dora Mannarino, il sindaco di Soverato Daniele Vacca , il presidente del COA di Catanzaro, Michele Rossi, direttore DSMD asp Catanzaro, M. Giulia Audino, il vice Presidente della Caritas Calabria don Antonio Schicchitano, che ha invitato le vittime dell'usura a denunciare e ha lanciato un allarme sulla povertà conseguente all'azzardo, il presidente della commissione regionale Antimafia, Pietro Molinaro. Ussia ha infine ringraziato per la partecipazione il capitano Marco Colì, comandante della Compagnia Carabinieri di Soverato, il quale ha sottolineato il ruolo dell'Arma non solo per contrastare ma anche per prevenire questi fenomeni: "Le caserme, presenti in modo capillare sul territorio, sono un importante punto di contatto con i cittadini, dove emergono le patologie e un contesto di situazioni dipendenti dall'azzardo, come condotte illecite tra cui i maltrattamenti - ha spiegato Colì - spesso coperti dalla vergogna di esporre situazioni devastanti". A rappresentare le forze dell'ordine anche il luogotenente Giovanni Firano per la Guardia di Finanza di Soverato e il luogotenente Salvatore Simeone, comandante Stazione Carabinieri Soverato.

Banner

Nel 2023 il settore del gioco d’azzardo ha raccolto 147,7 miliardi di euro, un nuovo record rispetto ai 136 miliardi di euro del 2022. Dietro questi numeri ci sono molte storie di sofferenza dei giocatori problematici e delle loro famiglie. I giocatori problematici sono quelli il cui comportamento di gioco genera conseguenze negative per sé stessi, le persone che li circondano e la comunità in generale.

Nel nostro Paese ci sono oltre 15 milioni di conti gioco aperti, 55 tipi di lotterie istantanee (rispetto ai 44 di aprile 2023), 47 tipi di “gratta e vinci” online (rispetto ai 24 di aprile 2023), 310.953 Slot e Vlt in esercizio (dati dicembre 2022) e 200 sale bingo. Nonostante questa enorme offerta, l’erario incassa solo circa 12 miliardi di euro, una cifra sproporzionata rispetto al giocato. La Calabria è una delle regioni che spende di più nel gioco d’azzardo online, dimostrando che si scommette di più dove i redditi sono più bassi. La Sezione Fidapa di Soverato ha condiviso le proposte di un incontro tenutosi a Roma lo scorso 5 giugno, organizzato dall'associazione Mettiamoci in gioco e dalla Consulta nazionale Antiusura San Giovanni Paolo II: approvare una legge quadro del settore che dia priorità alla salute dei cittadini, impedire ogni tipo di pubblicità del gioco d'azzardo, utilizzare il termine corretto “disturbo da gioco d’azzardo” anziché “ludopatia” e opporsi alla compartecipazione delle Regioni e degli enti locali del 5% del gettito delle slot e delle vlt.

Banner

Inoltre occorre garantire il diritto all’accesso ai dati sulla diffusione del gioco d’azzardo e ricostituire l’Osservatorio per il contrasto alla diffusione del gioco d’azzardo presso il ministero della Salute. A queste proposte la Fidapa Soverato ha aggiunto la necessità di monitorare il sovraindebitamento ingiustificato per rilevare la correlazione tra gioco e usura, chiedendo un monitoraggio specifico da parte delle banche e delle agenzie finanziarie. E di mantenere sempre alta l'attenzione su questo tema, come ha sottolineato la presidente distrettuale Mannarino nelle sue conclusioni.

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner