Girifalco. Forza Italia spara alzo zero contro la giunta Cristofaro: "Un paese alla deriva”

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Girifalco. Forza Italia spara alzo zero contro la giunta Cristofaro: "Un paese alla deriva”
Forza Italia Girifalco denuncia la precaria situazione igienico-sanitaria

Il circolo cittadino di Forza Italia denuncia: "Un clima di odio e di sospetti, a pagarne le spese i contribuenti. Dalla Sanità all'Ambiente, la situazione è disastrosa"

  25 giugno 2022 16:54

 

di MASSIMO PINNA

Banner

"Girifalco: un Paese alla deriva!".

Banner

Comincia così una dura nota diramata dal circolo cittadino di Forza Italia di Girifalco. 
"Dopo le ultime due sedute di consiglio comunale in cui si è assistito all’exploit dell’anti-politica, con l’arrivo dell’estate la musica non cambia anzi peggiora. Dell’unità della squadra così decantata dal Capo dell’Amministrazione ne abbiamo quotidianamente prova per le continue indiscrezioni e lamentele provenienti da alcuni componenti della sua maggioranza, l’un contro l’altro armato. Per non parlare delle fazioni che si combattono a suon di microfono con un continuo alternarsi di inutili e dispendiose manifestazioni, finalizzate a racimolare qualche like e purtroppo - attaccano - usando ingenerosamente il tema della legalità! Comunque ancora aspettiamo di vedere gli impegni di spesa per tutte questi spettacoli. Ma Forza Italia è un partito che si occupa di cose serie e la sanità è un tema molto importante che meritava ben altri interlocutori. Come più volte denunciato, alla data odierna, ci ritroviamo con servizi sanitari del PST di Contrada Serra ridotti all’osso sia al livello amministrativo che medico però confidiamo che con un bel murale si risolvi il problema!".

Banner

In particolare FI sottolinea la situazione precaria della Sanità e dell'Ambiente cittadino, deleghe detenute dal vicesindaco Alessia Burdino, oggetto dell'attacco politico forzista. "Le nostre strade sono infestate da topi preistorici e da fogne a cielo aperto (in particolare Corso Migliaccio) ma forse il Vicesindaco dai palchi di scena non avverte questa insalubrità e probabilmente non conosce concetti quali disinfestazione, derattizzazione, bonifica etc. Infatti, se per gli eventi l’assessore al ramo si è riservata specifiche somme per accogliere i nostri emigrati nelle serate estive con danze e divertimenti e premi letterari, il nostro Vicesindaco con delega alla sanità e all’ambiente non ha pensato a programmare quanto necessario per la salute dei cittadini, ma  - evidenziano - è gioiosa per la notte prima degli esami! Molti si chiedono, da quando governa l’ing. Pietroantonio Cristofaro questa Comunità, che fine abbia fatto la spazzatrice meccanica dell’impresa dei rifiuti che, per contratto, da sempre si è occupata almeno 1 volta alla settimana di tale necessaria incombenza. Chissà se ne sa qualcosa l’assessore all’ambiente nonché il vicesindaco di questa brillante squadra. Chissà se il vicesindaco quando esce in compagnia del suo staff si accorge della presenza lunghe le strade periferiche di pareti di siepi e rovi che ostruiscono la circolazione stradale ma anche in questo caso ci sono cittadini di serie A e cittadini di serie B!".

Ed ancora, "il vicesindaco con delega pure agli affari generali è cosciente che il 50% degli atti che vengono pubblicati da alcuni uffici graditi al suo Sindaco e dalla stessa giunta sono pieni di irregolarità? Non glielo hanno mai spiegato in occasione delle tante convention che legalità è anche dare la massima trasparenza agli atti della Pubblica Amministrazione? Ovviamente il riferimento alle deleghe del vicesindaco è motivato dal fatto che ad essa attribuiamo per quanto sta facendo un voto pari a 1 poiché il resto dell'amministrazione rimane a quota zero".

In sintesi, "considerata la presenza all’interno del Municipio di persone addette all’osservazione ed al pettegolezzo, è possibile che chi dovrebbe rappresentare la Comunità non si accorge del clima di odio sociale, disprezzo, di ignavia, di diffidenza che regna nella nostra Cittadina e che tante persone evitano di manifestare il proprio disappunto esclusivamente per non ricevere fastidiose chiamate o messaggi con cui si tenta di recuperare il dissenziente di turno? Saremo ripetitivi - concludono - ma per il bene della Comunità “Jativinda A Casa”!".

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner