Girifalco. Manifestazione podistica “Caduti di Monte Covello”: i dubbi di Nuova Era su contributi concessi e partecipazione limitata

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Girifalco. Manifestazione podistica “Caduti di Monte Covello”: i dubbi di Nuova Era su contributi concessi e partecipazione limitata
Scicchitano e Ferraina
  23 luglio 2021 17:52

di Massimo Pinna

Non solo una cifra notevole per essere una manifestazione podistica pro-legalità, ovvero 7000 euro, ma anche una manifestazione preclusa per i cittadini che non erano iscritti e tesserati alla Libertas o affiliato alla Fidal.

Banner

Questi i due dubbi sostanziali che il gruppo Nuova Era Girifalco con i consiglieri comunali Carolina Scicchitano e Elisabetta Ferraina hanno prodotto in una interrogazione al sindaco Pietrantonio Cristofaro e all’assessore alla cultura Elisa Sestito.  

Banner

L'oggetto è la richiesta chiarimenti in merito all’organizzazione della manifestazione podistica “Caduti di Monte Covello”.

Banner

 "Premesso, scrivono infatti, che la gara “rappresenta ormai un evento di tradizione popolare che ha  lo  scopo di condividere con la popolazione i valori della legalità e della solidarietà attraverso l’attività sportiva  e che rientra a pieno titolo fra le grandi manifestazioni dell’atletica leggera calabrese e nazionale – Scicchitano e Ferraina constatano  come  - con deliberazione di Giunta n°144 dell’8 luglio 2021 è stato deliberato la concessione di un contributo economico per l’organizzazione della manifestazione podistica “Caduti di Monte Covello” pari ad 7.000,00 euro all’Asd Centro Sportivo Giovanile con sede a Catanzaro Lido”.

Ma, ed ecco i dubbi, “negli anni precedenti per lo svolgimento di tale manifestazione, organizzata sempre dalla FIDAL Comitato Regionale CALABRIA, si riporta come esempio quella svoltasi nell’ estate del 2019, è stato concesso un contributo di euro 3.000,00 e che – aggiungono purtroppo, nessun cittadino girifalcese ha potuto condividere i suddetti valori partecipando attivamente alla manifestazione, in quanto era necessario essere tesserato Libertas o affiliato alla Fidal secondo quanto previsto dal relativo regolamento”.

Per questi motivi, il gruppo consiliare domanda come sia stato “possibile, in un momento delicato che sta vivendo la nostra comunità, un momento in cui, come citate nella delibera 144/2021 a causa dell’emergenza epidemiologica da Covid 19, tutt’ora in corso, non sono stati concessi contributi per manifestazioni sportive” , concedere un contributo economico di tale entità. A tal proposito le sottoscritte chiedono la rendicontazione di tutte le spese effettuate dal Comune per lo svolgimento della manifestazione in oggetto”.

Infine, non per ultimo chiedono “quale sia stata la motivazione che abbia indotto l’amministrazione comunale a non coinvolgere da subito, nell’organizzazione di questa importante manifestazione, la Prociv di Girifalco e sia stata invece necessaria l’adozione di un’ordinanza sindacale”.

 

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner