Girifalco. Pd, la minoranza interna: "Basta commissari, il partito ritorni agli iscritti”

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Girifalco. Pd, la minoranza interna: "Basta commissari, il partito ritorni agli iscritti”
Tessera Pd

Il Garofano Rosso di Loiarro e Scicchitano duro contro l’ennesimo commissariamento del circolo.

  17 settembre 2021 11:27

di MASSIMO PINNA

Non si può dire che non l’avevano detto. Inascoltati per anni, Salvatore Loiarro e Vincenzo Scicchitano della minoranza interna del Pd di Girifalco non possono oggi che costatare come a Girifalco il Pd è passato “dal segretario abusivo (Rocco Riccio alias Enzo Bruno) al commissario liquidatore. Può essere questa la sintesi dell’attività politica degli ultimi 5 anni del circolo Pd di Girifalco. Senza dimenticare il fallimento elettorale che è passato dall’esprimere due consiglieri comunali ad un segretario che raccoglie solo 40 voti”.

Banner

E esprimono nuovamente critica politica per come la dirigenza provinciale tratta il partito locale, ormai ai minimi storici elettoralmente parlando.

Banner

Infatti, scrivono “noi della minoranza, interna abbiamo più volte segnalato la crisi politica nella quale il circolo versava. Ma il circolo era funzionale agli organigrammi provinciali e quindi nessuno ci ha ascoltato. Anzi, ci hanno deriso e sbeffeggiato fino a quando gli elettori non hanno ristabilito la verità”.

Banner

E chiedono, “qual’è la situazione attuale del circolo di Girifalco? il segretario provinciale lo ha messo in liquidazione. Infatti non si era mai visto in politica che venga nominato un commissario esterno a guidare il partito. Un commissario che tra l'altro fino a due mesi fa ha cannoneggiato solo ed esclusivamente contro gli esponenti del locale PD e dei suoi esponenti in Consiglio Comunale. Nei fallimenti aziendali, infatti, è il Tribunale che nomina un commissario esterno all’azienda.  A questo punto ci chiediamo qual‘è il mandato del commissario? E forse quello di apportare qualche voto in più a qualche candidato, nelle prossime elezioni regionali sostituendo di fatto i vecchi che non sono più funzionali al nuovo corso?”.

E nuovamente, ricordano il disprezzo delle regole statutarie, perpetrate a Girifalco.

“Ancora una volta chiediamo il rispetto dello statuto del PD che all’art 23  comma 2 a proposito del commissariamento “, nei confronti dei Circoli, è attribuita, sentito il Segretario della federazione territorialmente competente, al Segretario regionale, con la medesima procedura prevista al comma 1. In questo caso la ratifica dei provvedimenti è votata della Direzione Regionale ed il parere è espresso dalla Commissione Regionale di Garanzia.” che, quindi non prevede ne  commissari esterni al partito, né tantomeno la titolarità a determinare il commissariamento in capo al segretario provinciale”.

Ecco perché, “chiediamo, pertanto, che venga individuata una figura politica del territorio iscritto al Pd , che conosca la geografia politica locale e che  sappia  costruire una piattaforma di proposte  sulla quale far ritrovare agli iscritti ed ai cittadini l’entusiasmo e la voglia di impegnare il proprio tempo a favore della collettività”.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner