Girifalco. Situazione igienico-ambientale: dopo l’esposto di Emergenza Sanità interviene il Comune

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Girifalco. Situazione igienico-ambientale: dopo l’esposto di Emergenza Sanità interviene il Comune
Autospurgo a lavoro oggi a Girifalco

Per l’immediato futuro, l'associazione chiede “un’indagine per appurare le cause di tale incresciosa situazione”.

  30 settembre 2021 19:35

Nei giorni scorsi, l’associazione Emergenza Sanità di Girifalco ha presentato un esposto al Comune di Girifalco.

In particolare, il sodalizio ha evidenziato le precarie condizioni igienico sanitarie rappresentate dai miasmi che fuoriescono dai tombini e dalle grate per la raccolta delle acque piovane in alcuni punti nevralgici della cittadina.

Banner

Oggi, come si vede dalla foto, il Comune, si è dunque attivato per scongiurare i rischi per la salute pubblica, di cittadini, avventori e titolari di esercizi commerciali, ubicati in prossimità dei punti segnalati.

Banner

Emergenza Sanità, come si legge dall’esposto, ha segnalato “in particolare, in Piazza Umberto I, su corso Garibaldi e su viale A. Migliaccio, all’innesto con Viale delle Viole, via Pertini e via Fontana. Una situazione incresciosa – aggiungono - un potenziale, grave rischio per la salute pubblica che si protrae, come segnalato più volte da innumerevoli cittadini, da diversi mesi, a Girifalco”.

Banner

Laddove, “dai tombini e dalle grate per la raccolta delle acque piovane, fuoriescono miasmi intollerabili. (Per non parlare di ratti e vipere e relativo pericolo)”.

Emergenza Sanità ha chiesto al Comune un intervento, intervento che oggi c’è stato.

Senza tralasciare, per l’immediato futuro, visto e considerato che non è la prima volta, “un’indagine per appurare le cause di tale incresciosa situazione”. E mettere così fine a questa precaria situazione di igiene pubblica cittadina.

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner