Girifalco. Vonella (FI): "Ad un anno del Cristofaro bis, non ci resta che piangere. Ora dimissioni"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Girifalco. Vonella (FI): "Ad un anno del Cristofaro bis, non ci resta che piangere. Ora dimissioni"
La situazione a Girifalco
  10 settembre 2021 11:09

di FILIPPO VONELLA*

Ad un anno dall’insediamento di questa armata, chi riveste  un ruolo politico come il sottoscritto, non può esimersi dal fare  un’ analisi politico-amministrativa dello stato dell’arte in cui versa la nostra comunità.

Banner

Banner

Ai poveri concittadini - che, se si lamentano, spesso vengono tacitati immediatamente da solerti amministratori che li “redarguiscono” casa per casa - quest’anno l’estate ha regalato una carenza idrica prolungata, unica nella storia di questo paese (città dell’acqua) e, ovviamente, invece di fare selfie e cuoricini sui social, gli amministratori dovrebbero chiedere pubbliche scuse ai residenti ed a coloro che dopo anni di assenza (anche per il covid) hanno scelto di trascorrere le ferie nel nostro paese.

Banner

Purtroppo gli impegni culturali e di lunghe letture dell’assessore (ombra) alla cultura (Alessia Burdino), hanno distratto il nostro Vice Sindaco  dal suo ruolo principale ovvero di Assessore alla sanità e all’ ambiente ed il risutato è stato assistere a topi ballerini e ad insetti che banchettano lungo le strade cittadine e nel cattivo odore più intenso . Altre amministrazioni hanno sacrificato qualche passerella in più decidendo di  investire le piccole risorse disponibili, in servizi di derattizzazione e disinfestazione, curando la salute dei propri cittadini. SANITA’ pagella di fine anno : non pervenuta!

Ma è pur vero che l’immagine di una cittadina la si nota dall’ingresso tronfale al nostro centro abitato tra le sterpaglie che insistono  lungo i marciapiedi per arrivare alla disposizione ( senza logica) lungo il corso principale di  alcune “bare”- fioriere con la loro vegetazione  appassita, immagine che bel rispecchia lo stato di salute dell’ Amministrazione Comunale.

Per non parlare della delega agli eventi  che questa estate ci ha regalato tanta amarezza. Libri, libri e ancora presentazione di libri. Libri si,  ma sulla base delle simpatie personali, dal momento che manifestazioni di natura identica  sono state volutamente ignorate dai bravi amministratori  e da colei che tanto ama farsi fotografare con un libro in mano.

Oltrea ciò , il nulla. L’assessora Sestito, invece di “incensarsi” tra un selfie e l’altro, farebbe bene a ringraziare le associazioni di volontari che, coi propri sacrifici, hanno consentito in alcune serate ai nostri giovani di passare serate tranquille ed in sicurezza. Ma forse la Assessora è troppo impegnata a programmare la nuova politica femminile estera, dopo il problema Afganistan.

E’ di questi giorni la notizia giornalistica per la quale l’assessore Giampà, ha orgogliosamente comunicato l’adesione a una piattaforma che consentirebbe l’acquisto dei buoni mensa scolastici presso gli esercizi commerciali. Ben vengano tutte le iniziative che hanno ricadute positive (speriamo!) sull’assetto economico del nostro territorio, ma meglio avrebbe fatto  l’assessore a raccogliere i suggerimenti della minoranza,  più volte emersi nei Consigli Comunali, volti a ridurre la TARI  del 2021 a causa del COVID come sta avvendo in tantissimi Comuni che stanno proponendo riduzioni importanti alle utenze domestiche e persino abbattimenti per le attività commerciali utilizzando i fondi che il Sostegno Bis ha previsto per gli Enti e persino risorse proprie.

Quindi, dopo un anno di gestione Cristofaro bis il fallimento è di pubblico dominio. Le promesse e le cambiali firmate in campagna elettorale non sono state saldate, tranne qualcuna, e ciò lo si nota  anche la totale assenza degli amministratori nelle strade cittadine.

Difficile non costatare  la solitudine del sindaco durante la festa patronale, senza nemmeno il conforto o la compagnia dei suoi solerti assessori e consiglieri!!! Forse però, in agosto, nel minestrone politico che caratterizza questa squadra, ognuno di loro era troppo impegnato a cercare di sfruttare il momento per aggrapparsi a qualche carrozza politica in corso di formazione, anche avanzando disponibilità di candidatura alle imminenti elezioni regionali.

Purtroppo la coerenza nella vita ed in politica dovrebbe essere un elemento essenziale, ma chi agisce senza etica ed usa la politica per scopi personali ovviamente ne disconosce il profondo significato.

Consapevole di farmi portavoce di tantissimi concittadini, molti dei quali evitano di esprimere il loro libero pensiero temendo di essere subito contattati dalla “censura” telematica, non mi resta che chiedere  per il bene della cittadinanza, le dimissioni  di tutta la giunta !!!

 *Vice coordinatore di F.I. Girifalco

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner