Giustizia minorile, il Garante calabrese Muglia nella delegazione dal Capo Dipartimento del Ministero

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Giustizia minorile, il Garante calabrese Muglia nella delegazione dal Capo Dipartimento del Ministero

  11 marzo 2024 17:40

Il Capo del Dipartimento della Giustizia Minorile e di Comunità Antonio Sangermano e il Direttore generale del Personale e delle Risorse Alessandro Buccino Grimaldi hanno ricevuto oggi a Roma il Portavoce nazionale Samuele Ciambriello e il Direttivo della Conferenza dei Garanti territoriali dei detenuti composto da Bruno Mellano, Luca Muglia, Valentina Farina e Valentina Calderone.

Al centro dell'incontro le condizioni dei minori nei 17 Istituti Penali Minorili e, in particolare, il sovraffollamento, la territorialità dell'esecuzione della pena, le criticità dei m.s.n.a privati della libertà personale, l’attuazione della giustizia riparativa, le problematiche medico-sanitarie all'interno degli istituti e le carenze di organico dei magistrati minorili e della Polizia penitenziaria, degli educatori, dei Servizi sociali per i minorenni e dell'Ufficio di Esecuzione penale esterna. I Garanti hanno evidenziato la problematica dei liberi sospesi che, complessivamente, raggiungono il numero di 90.000 unità.

Banner

Il Direttivo, inoltre, ha posto all'attenzione degli interlocutori la delicata problematica dei trasferimenti presso gli istituti penitenziari per adulti a seguito di reiterate e specifiche violazioni (di cui al Decreto Caivano), sollecitando sul punto una circolare e/o un intervento di tipo regolamentare del Dipartimento.

Banner

I Garanti, infine, hanno richiesto maggiori tutele e garanzie, anche procedurali, a fronte della scelta repressiva recentemente adottata.

Banner

In merito alle pesanti lacune degli organici il Capo Dipartimento ha comunicato di essersi attivato per ottenere il distaccamento di personale della Polizia penitenziaria dal DAP, nonché lo scorrimento delle graduatorie del recente Concorso del DAP per educatori al fine di coprire i posti vacanti nel settore penitenziario minorile.

L'incontro ha segnato un importante momento di dialogo e confronto tra la Conferenza nazionale dei Garanti territoriali e il Dipartimento della Giustizia Minorile e di Comunità.

Il Presidente Sangermano e il Direttore generale Buccino Grimaldi hanno rassicurato circa la prosecuzione dei lavori di ristrutturazione degli istituti di Roma e Airola, senza alcun trasferimento dei giovani ivi ristretti, mentre i lavori avviati a Torino e Bologna saranno temporaneamente sospesi in attesa delle determinazioni del Ministero.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner