Governo. Filippo Veltri: "La storia non è cambiata"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Governo. Filippo Veltri: "La storia non è cambiata"
Filippo Veltri
  05 marzo 2021 17:59

"Bastava  leggere i giornali di ieri mattina per rendersi conto del sostegno acritico a Draghi...Repubblica addirittura fa un editoriale intitolato ''qualcosa è cambiato''...roba da ridere...Non è cambiato nulla...sta peggiorando tutto!

Detto questo è però evidente che Conte ha sbagliato tre volte e si è trascinato, nell'errore, a Zingaretti: doveva dimettersi appena ricevuta la lettera di dimissioni di Bellanova e Bonetti; non avviare quella penosa conta di dissidenti; andare in parlamento con un nuovo governo senza Italia Viva e lì vedere quello che succedeva. E non sarebbe successo nulla.

Banner

Il ragionamento del Fatto Quotidiano di oggi è quello che ho scritto io due mesi fa: potevano far gestire 209 mld di euro ad un governo di sinistra pur se così malmessa e malandata? No...e allora giù con gli attacchi forsennati della grande industria (Bonomi) e dei padroni alla Elkann o Cairo che hanno mobilitato giornali tv siti (Repubblica etc Huffington Post, Corrriere La 7 etc) più il grumo di potere massonico-servizi-forze armate che tiene in pugno questo paese dal 1945. In questo quadro Renzi è stato solo uno strumento. Chiamatelo come volete...Non c'è quindi bisogno di fare dietrologia. Basta leggere la storia. (f.v.)

Banner

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner