I bilanci del Reff , parla Ivan Cardamone, vicesindaco e assessore alla cultura

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images I bilanci del Reff , parla Ivan Cardamone, vicesindaco e assessore alla cultura
Cardamone e Altobello
  11 ottobre 2019 13:19

A una settimana dalla fine del ReFF (React Short Film Festival), il Festival dei cortometraggi che ha animato il centro storico di Catanzaro con proiezioni, conferenze, incontri con gli artisti e workshop, si tirano le somme di una seconda edizione che ha confermato e superato il livello della precedente e si propone di diventare un evento “cult” della programmazione culturale annuale del capoluogo.

Ad esprimersi positivamente è stato anche Ivan Cardamone, vicesindaco e assessore alla cultura, che si dichiara entusiasta della riuscita della tre giorni cinematografica e propositivo per il futuro prossimo.

Banner

“Il ReFF è una rassegna che ha ormai conquistato credibilità sul territorio e rientra a pieno titolo nel tessuto culturale della città - ha detto Cardamone -. Anche quest’anno abbiamo assistito a bellissime produzioni cinematografiche, che vanno ad arricchire l’offerta del cinema nella nostra Catanzaro, città capace di esprimere professionalità e competenze in un settore importante per lo sviluppo economico, sociale e culturale a livello non soltanto urbano, ma indubbiamente regionale. Un plauso va a tutto lo staff del ReFF per aver voluto questa seconda edizione nella nostra città, in collaborazione con l’assessorato alla Cultura. Un’opportunità che conferma a pieno titolo i dati espressi ultimamente dal Sole 24 Ore, che pone Catanzaro come prima città della Calabria negli ambiti “cultura” e “tempo libero”. E conferma la sua qualità di “città effervescente”, così come l’ha definita l’assessore regionale al ramo”.

Banner

“Posso ritenermi perciò veramente soddisfatto della bellissima sinergia creatasi tra pubblico e privato, un lavoro in tandem che produce grandi risultati e dà vita a un modello da esportare sul piano nazionale - ha concluso Cardamone -. Le sfide che attendono l’amministrazione comunale sono ambiziose e importanti per la città, e in questo processo di sviluppo devono necessariamente partecipare anche gli operatori culturali, il mondo del volontariato e tutte le associazioni che operano sul terreno della cultura, affinché Catanzaro sia il modello di riferimento a livello regionale”.

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner