I conti della sanità calabrese del 2023 e il motore 'spento', il verbale dei ministeri vigilanti

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images I conti della sanità calabrese del 2023 e il motore 'spento', il verbale dei ministeri vigilanti

  24 giugno 2024 18:32

di GABRIELE RUBINO

Un motore non più scassato, ma ancora non del tutto acceso. Potrebbe essere questo l'aggiornamento dei ministeri che vigilano sul piano di rientro allo slogan dal presidente-commissario Roberto Occhiuto sul 'motore spento' del servizio sanitario calabrese. E' di sicuro quanto emerge dall'ultimo verbale ministeriale della riunione svoltasi lo scorso 11 aprile. Una seduta molto sbilanciata sull'aspetto economico-finanziario. 

Banner

Al quarto trimestre del 2023 la Regione Calabria "presenta un disavanzo di 126,406 mln di euro.
Dopo il conferimento dei gettiti derivanti dalle maggiorazioni delle aliquote fiscali preordinate dal Piano di rientro alla copertura del disavanzo sanitario - si legge nel verbale- , come aggiornati dal competente Dipartimento delle finanze è pari a complessivi 118,250 mln di euro, del conferimento di 8,558 mln di euro quale “quota sociale” delle prestazioni socio-sanitarie presente nel bilancio regionale 2024 destinata al 2023, dell’aggiornamento delle stime dei gettiti fiscali da manovre fiscali regionali pregresse per 6,745 mln di euro, per complessivi 133,553 mln di euro, il risultato d’esercizio del IV trimestre 2023 è pari ad un avanzo di 7,147 mln di euro". In sostanza, anche per il 2023 si profila un risultato positivo.

Banner

Tuttavia, c'è un 'ma'.  "Si osserva nuovamente il ritardo nell’utilizzo delle rilevanti risorse messe a disposizione dalle leggi nazionali per il potenziamento dei LEA e che sono tuttora accantonate. Si sollecita il Commissario ad acta al corretto e completo utilizzo delle risorse a disposizione per l’erogazione delle prestazioni assistenziali". Anche un non addetto ai lavori capisce che: i conti vanno meglio rispetto al passato ma gira la macchina assistenziale. 

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner