Il corsivo giallorosso, appuntamento a sabato prossimo : al "Ceravolo" la partita del cuore

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Il corsivo giallorosso, appuntamento a sabato prossimo : al "Ceravolo" la partita del cuore

  11 maggio 2024 00:04

di ENZO COSENTINO

La partita che ti aspetti! Numericamente però il passivo è pesante. La Sampdoria è andata a nozze contro un Catanzaro sceso in campo priva di titolari importanti messi a riposo precauzionale per recuperare fiato ed energie.

Banner

I loro sostituti non si sono risparmiati in impegno e combattività ma sarebbe stato-come lo è stato in effetti-impossibile riprodurre lo stesso gioco e spettacolo con i quali il Catanzaro ha deliziato tutti conseguendo il premio di un meritato accesso ai play-off .

Banner

Brillante esordio del portiere Sala, al netto delle tre reti subite senza colpe, provvidenziale in almeno altre tre occasioni che avevano fatto gridare “gol” agli scatenati doriani.  

Banner

In una serata grigia, un lampo di luce con l’esordio del giovane “primavera” Gabriel Rafele, catanzarese “doc” anche se per un breve spezzone di gara.

La perla giallorossa di giornata è stata l’unico gol rifilato alla Samp e utile per l’illusorio pareggio con il vantaggio ottenuto dagli avversari su calcio di rigore. Lo ha firmato Oliveri. Un giocatore sul quale Vivarini può contare e non poco nella fase playoff. Ma non soltanto di lui. Perché mister Vivarini si è anche sincerato su quanto nella delicata e sicuramente combattuta fase play-off gli potranno dare in termini tattici le seconde linee.

Già i playoff! Il lait-motiv che sta facendo carburare la squadra e il meraviglioso pubblico che ha un cuore giallorosso.

Giù il sipario. Si rialzerà al “Ceravolo” sabato prossimo. Alle 20,30 calcio d’inizio in un scenario sicuramente spettacolare come gli ultras sanno fare nelle grandi occasioni. Quella di sabato ospite il Brescia è una dei queste.

Una settimana in cui tutta la squadra ha bisogno di tranquillità. La massima tranquillità. Vivarini e i suoi ragazzi sanno come si si fa a volare alto. Sino a raggiungere una meta che non si chiama chimera.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner