Il corsivo giallorosso, le aquile"cantano" sotto la pioggia e volano sempre più in alto

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Il corsivo giallorosso, le aquile"cantano" sotto la pioggia e volano sempre più in alto

  01 maggio 2024 19:49

di ENZO COSENTINO

Giallorossi da applausi. Hanno…  cantato sotto la pioggia.

Banner

Ed hanno onorato la ricorrente Festa del Lavoro, con una vittoria al bacio. Meritata, anzi meritatissima, perché l’hanno cercata in ogni istante della loro gara.

Banner

Una recita sicuramente corale per un copione degno del miglior Vivarini. E per il Venezia, ospite di turno, niente da fare. Il Catanzaro voleva la vittoria e vittoria è stata, utile per blindare la sua posizione di classifica in chiave play-off.

Banner

Ci sarà ancora tanto da divertirsi sino a fine stagione.

Pioggia e freddo non hanno fermato i fans neppure quando dall’uno a uno la squadra del cuore si è trovata in svantaggio. Anzi in quel frangente il tifo sugli spalti ha sfiorato il massimo. Tante, tante emozioni! Tre gol del Catanzaro e due del Venezia. La formazione veneta è squadra di rango, per rispedirla a casa con una sconfitta, per il Catanzaro ha significato buttare il cuore oltre lo steccato. E non sia un alibi per i perdenti aver dovuto giocare lo spezzone finale di gara in dieci. 

Che spettacolo la rete d’apertura di Pontisso che ha  trovato il gusto di far gol. In effetti la “zuccata” è stata la prima delle perle della giornata degli uomini di Vivarini.

Tutti bravi i giocatori che sono scesi in campo.

E poi c’è lui, lo “zar”, Pietro Iemmello. Due gol provvidenziali. E si è preso anche il…lusso di sbagliare il rigore. Non se la sarebbe perdonato questo errore. Ma gli è venuto in legittimo soccorso il VAR per aver rilevato un vizio di posizione di un giocatore lagunare. Iemmello nella ripetizione dal dischetto si è fatto perdonare ed applaudire a scena aperta. Sicuramente saranno stati attimi di grande concentrazione quelli che lo “zar” e con lui tutti i fans giallorossi hanno vissuto. Iemmello non …perdona due volte. Sul rigore, questa volta calciato da grande campione, è calato il sipario di una domenica vissuta…da leoni. Anzi da aquile reali. E il Catanzaro continua ad essere una magnifica vera e palpabile realtà di questo campionato. Temuta ed invidiata!

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner