Il corsivo. Regionali, il PD non ha l'asso nella manica: per il candidato presidente confusione e incertezze

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Il corsivo. Regionali, il PD non ha l'asso nella manica: per il candidato presidente confusione e incertezze

  11 luglio 2021 09:25

di ENZO COSENTINO

Per il Pd non c’è stato ieri il “sabato del villaggio” (nessuna “nessuna donzelletta è tornata dalla campagna con il suo fascio di novità sulla candidatura a presidente della Regione”. Quella di oggi non sarà, per il Pd una domenica di “quiete” dopo la tempesta dei giorni scorsi. I calabresi staranno alla larga dal teatrino della politica, almeno oggi. La finale europea di calcio appassiona di più. Sul terreno di gioco del mitico Wembley c’è l’Italia della finale europea. Persone serie in maglia azzurra a lottare per un Trofeo. Sul terreno da “gioco” della politica, almeno nella metà campo dello schieramento di centrosinistra, squadre schierate alla rinfusa. Senza una tattica da attuare per arrivare, quanto meno, al gol del pareggio con il centrodestra più squadra.

Banner

Almeno un capitano lo ha saputo mettere in campo: tutti per uno (Roberto Occhiuto), uno per tutti. Triste constatazione: povero e confuso Pd in terra di Calabria. Anzi no, povera Calabria. Le trattative per trovare un candidato presidente vanno avanti ma l’elenco è ridotto all’osso. Tra passi indietro, salti delle quaglie, qualche nome comunque c’è. Prima o poi il “cireneo” che dovrà portare la croce della candidatura presidenziale salterà fuori. Sarà l’asso vincente del confronto elettorale calabrese? De Magistris non avrebbe intenzioni di allearsi con il Pd e mettersi al servizio del Partito dem. Si tenterebbe una strada  che porta al Sindaco di Soverato ,Alecci. Ottimo sindaco ma che troverebbe qualche opposizione interna ad una sua  designazione. Un altro nome tirato in ballo: quello del catanzarese Maurizio Talarico il re internazionale della cravatta. Una donna? Letta e Conte avrebbero discusso anche sulla eventuale candidatura della attuale sottosegretario Dalila Nesci (cinque stelle).

Banner

Ma cosa in realtà sta bloccando il PD in Calabria? Le lotte intestine senza dubbio, l’aver navigato a vista di un Partito che da tempo ha smarrito la bussola, l’aver puntato cocciutamente sulla necessità (per quale utilità o calcolo, difficile da capire)di un abbraccio (mortale) con 5Stelle(che forse sta peggio), il sottile campanilismo che disunisce anzicchè unire una coalizione che pur potrebbe avere un ruolo per il futuro di questa Regione.  il segretario Enrico Letta dice di “voler rimettere in moto”. Dunque, candidato calabrese cercasi per il centro sinistra alle prossime regionali. Buona domenica e comunque W l’Italia”!   

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner