Il ministro Orlando: "Nelle prossime settimane la riforma degli ammortizzatori sociali"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Il ministro Orlando: "Nelle prossime settimane la riforma degli ammortizzatori sociali"

  01 luglio 2021 15:51

A Lamezia Terme,  presso il liceo statale Tommaso Campanella, si è svolto l'incontro organizzato dalla CISL Calabria "Lavoro,  sviluppo, legalità. La sfida del Pnrr per i giovani della Calabria". L'evento ha visto la partecipazione del ministro del Lavoro Andrea Orlando.

Banner

"Abbiamo lavorato per un accordo che consente di utilizzare prima tutti gli ammortizzatori sociali che, con l'ultimo decreto, sono stati ulteriormente implementati e resi gratuiti per le imprese", ha detto il ministro Orlando. "Oggi però - ha aggiunto - bisogna proseguire in questo senso sostenendo le imprese che escono da una condizione di difficoltà e lavorando anche sulla riforma degli ammortizzatori sociali che sarà pronta nelle prossime settimane". "Le distorsioni vanno riviste e tutti gli strumenti per rafforzare le verifiche vanno potenziate. Non darei un giudizio sullo strumento sulla base delle patologie perché altrimenti dovremmo eliminare le pensioni, gli istituti di garanzia e tanti altri tipi di benefici: dai contributi pubblici alle imprese ai fondi Ue". Lo ha detto il ministro Andrea Orlando rispondendo ad una domanda sulle questioni legate all'utilizzo improprio del reddito di cittadinanza, in particolare nelle regioni del Mezzogiorno dove in diverse circostanze sono venute alla luce situazioni di illegalità con il coinvolgimento anche di esponenti della criminalità organizzata. "Sicuramente - ha aggiunto Orlando - dobbiamo avere tutti gli strumenti più efficaci e potenti per contrastare gli abusi. E dobbiamo anche riflettere su cosa non ha funzionato nel rapporto con le politiche attive e nel sostegno alle famiglie che sono più bisognose. Questo mi pare il ragionamento che dobbiamo fare".

Banner

"Abbiamo fatto un importante incontro ed il Governo si è impegnato a modificare il decreto sostegni bis con una uscita selettiva dal blocco  e con un finanziamento della cassa integrazione per 13 settimane" ha detto invece Luigi Sbarra, segretario Cisl. "Serve agire sul versante della riforma degli ammortizzatori sociali avviando le politiche attive sul lavoro.  La materia di tutte le battaglie è avviare gli  investimenti pubblici e privati. L'Europa ci mette a disposizione una quantità impressionante di risorse che dobbiamo saper utilizzare per governare la transizione ecologica ed ambientale. Il Mezzogiorno è centrale per il Piano di ripresa e resilienza. Tutto manca tranne le risorse, bisogna avere una grande capacità di progettazione e di realizzazione degli investimenti" ha aggiunto Sbarra.

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner