Il Pd catanzarese al lavoro per il candidato sindaco da proporre al "tavolo" della Nuova Sinistra

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Il Pd catanzarese al lavoro per il candidato sindaco da proporre al "tavolo" della Nuova Sinistra
Valerio Donato

Non si escludono le primarie. Questo pomeriggio nuova riunione della coalizione

  01 dicembre 2021 23:10

di  ENZO COSENTINO

Tutti felici e contenti nel Pd. Il calendario della stagione dei Congressi è stato fissato. Definitivamente. Tutte le scadenze Congressuali terranno banco nel mese di gennaio prossimo. Il primo appuntamento riguarda il Congresso regionale. I dem di Calabria che hanno perfezionato l’acquisto della “tessera” del Partito entro il 31 dicembre hanno diritto di voto nelle assemblee dei vari livelli: regionale, provinciali e di circolo. Il Congresso regionale è il più atteso, perché porrà fine al regime commissariale che si protrae da anni e che dallo “zoccolo duro” del Partito è considerato la causa delle sconfitte elettorali che si sono susseguite nel tempo.

Banner

Non meno importanti gli altri livelli congressuali. A Catanzaro il Pd è impegnato ad una ricostruzione totale del Partito che ha perso ogni filo conduttore fra i gli organismi. Nel contempo “lavora” per prepararsi ad una scadenza elettorale importante e che - dicono i dem - si deve vincere “per battere la destra”. Progetto ambizioso, ma non impossibile.

Banner

La scadenza elettorale è quella del rinnovo del Consiglio Comunale e l’elezione del nuovo Sindaco. Il Pd, comunque, questa sfida la affronterà insieme a tutti i partiti e movimenti civici, che stanno portando avanti, anche rapidamente, il progetto di una “Nuova Sinistra”. Da qui deriva anche l’impegno del Pd catanzarese a individuare il nome da proporre al tavolo unitario della coalizione.

Banner

Si cerca un nome forte che possa essere condiviso nell’ambito della “NS”. Di nomi in circolazione ve ne sono e più ricorrenti quelli di Aldo Casalinuovo, Valerio Donato, Fabio Guerriero. Nomi, questi, e altri che potrebbero aggiungersi, che il Pd metterà a confronto con quelli che “presenteranno” gli altri partner della coalizione.

Nell’Assemblea degli iscritti tenutasi ieri sera - a proseguimento della precedente che non aveva concluso i lavori - l’indicazione del candidato Sindaco non è stato l’unico punto di discussione. Anzi lo spazio maggiore del dibattito è spettato appunto alla riorganizzazione del Partito sia nella versione “cittadina”, sia in quella più estesa che riguarda la provincia. Per l’attività cittadina è stato preso atto che sta funzionando il coordinamento, per quella che coinvolge tutto il territorio provinciale sarebbe stato individuato un modello organizzativo rispondente alla esigenza politica oltre che strutturale e di nomenclatura.

Il confronto sulle variabili, dunque, proseguirà. Per questo pomeriggio, invece, nuova riunione della coalizione della “Nuova Sinistra” per discutere anche in questa sede di candidatura a Sindaco, ma senza attendersi fumata bianca.                     

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner