Il 'Pugliese-Ciaccio' di Catanzaro fra i centri di eccellenza nazionali per la prevenzione del tumore polmonare

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Il 'Pugliese-Ciaccio' di Catanzaro fra i centri di eccellenza nazionali per la prevenzione del tumore polmonare
L'ospedale Pugliese-Ciaccio di Catanzaro
  09 novembre 2021 15:20

di GABRIELE RUBINO

Il ministro della Salute Roberto Speranza ha ufficializzato la costituzione della Rete italiana screening polmonare. Sono 18 i 'centri di eccellenza' per sviluppare un programma di prevenzione e monitoraggio del tumore al polmone. Fra questi c'è anche l'azienda ospedaliera Pugliese-Ciaccio di Catanzaro. Un importante risultato dunque per l'oncologia guidata dal dott. Vito Barbieri. 

Banner

L'ANNUNCIO DI SPERANZA- Il programma sarà finanziato per con due milioni di euro complessivi negli anni 2021 e 2022. Il ministro Speranza ha precisato che "oltre a esami avanzati per le persone più a rischio è previsto un programma dedicato per l’abbandono del fumo. Le evidenze scientifiche ci dicono che la diagnosi precoce e la prevenzione riducono la mortalità. Stiamo investendo per rafforzare il Servizio Sanitario Nazionale, per portarlo più vicino ai cittadini e migliorare la qualità della vita di tutti".

Banner

 
GLI ALTRI CENTRI ITALIANI- Gli altri 17 centri sono: il presidio ospedaliero 'Santo Spirito' di Pescara, il centro di riferimento oncologico della Basilicata (Irccs), istituto nazionale tumori Fondazione Pascale (Irccs) della Campania, azienda ospedaliera Specialistica Tre Colli della Campania, Aou di Parma dell'Emilia Romagna, IRCCS di Reggio Emilia dell'Emilia Romagna, Istituto nazionale tumori Regina Elena del Lazio, ospedale policlinico San Martino della Liguria, Istituto nazionale tumori di Milano della Lombardia, ASST Papa Giovanni XXIII della Lombardia, Aou Riuniti Ancona della Marche, APSS di Trento, AOU San Luigi Gonzaga del Piemonte, Istituto tumori G. Paolo II della Puglia, azienda ospedaliera Cannizzaro della Sicilia, AOU Careggi della Toscana e Istituto oncologico del Veneto.   
 
IL PROGRMMA E I NUMERI CALABRESI- Il programma è indirizzato ad una platea target di età compresa fra i 55 e i 75 anni, fumatori di almeno un pacchetto di sigarette al giorno da trent'anni o ex fumatori da meno di 10 anni. Per quanto riguarda la Calabria, stando ai calcoli ministeriali, sono 56.392 i potenziali interessati: 35.245 attuali fumatori e 21.147 ex fumatori. Le tac spirali realizzabili sono in totale 588 considerando 120 euro di costo capitario. 

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner