Il rettore dell'Umg De Sarro: "Catanzaro è sempre stata vicina a Cosenza, ma il contrario forse no"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Il rettore dell'Umg De Sarro: "Catanzaro è sempre stata vicina a Cosenza, ma il contrario forse no"

  23 settembre 2022 11:47

"Catanzaro è sempre stata vicina a Cosenza, il contrario forse no". Sceglie una battuta quella del rettore dell'Umg Giovambattista De Sarro rispondendo ai giornalisti a margine dell'inaugurazione di Pediatria universitaria sulla sua mancata presenza al 50° anniversario dell'Unical:  "Se uno sta male durante la notte può andare? Ho avuto una colica renale - ha spiegato-, naturalmente di notte non potevo chiamare nessuno ad andare lì. Si poteva comunque notare che mancava anche qualche ex rettore di Cosenza. E' stata notata l'unica cosa che potevano notare".

Chiaro comunque che il clima con l'università cosentina non sia dei migliori. Sulla manifestazione di ieri a tutela dell'unicità della facoltà di medicina: "Ho capito che i catanzaresi ci tengono al loro ateneo. E' una bella cosa, ogni tanto abbiamo avuto degli attriti. Noi lavoriamo per i giovani in senso lato. Abbiamo ragazzi che vengono da tutti Italia e anche stranieri e dobbiamo mostrare la parte migliore di Catanzaro".

Banner

De Sarro ha spiegato parlando dell'origine della facoltà che "se non ci fosse stato Catanzaro quel corso di laurea non poteva nascere perché è necessario avere delle strutture didattiche pertinente e le abbiamo solo noi. Devo dire grazie al ministero dell'università che ci ha permesso di creare questa struttura per la didattica universitaria. Ci sono delle rivalità campanilistiche e le polemiche ci saranno sempre. Io mi devo occupare della formazione degli studenti. Per fare un buon medico ci vogliono almeno 11 anni".  

Banner

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner