Indagine dell'ISS sulle varianti. In Calabria prevale la Delta: è all'83,3% (IL DOCUMENTO)

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Indagine dell'ISS sulle varianti. In Calabria prevale la Delta: è all'83,3% (IL DOCUMENTO)

  30 luglio 2021 16:02

di GABRIELE RUBINO

La variante Delta diventa dominante in Italia e in Calabria. E' quanto emerge dall'indagine sulla prevalenza delle varianti al ceppo originario del Sars-CoV-2, curato dall'Istituto Superiore di Sanità con cadenza mensile.

Banner

I sequenziamenti calabresi sono stati 12, di questi 10 sono appunto risultati con la variante B.1.617.2 (Delta, ex indiana), pari all'83,3% del campione, mentre gli altri 2 sono risultati con la P.1 (la Gamma, la ex brasiliana), dunque pari al 16,7%. A livello nazionale la prevalenza della variante Delta è ancora più marcata, avendo raggiunto il 94,8%.

Banner

Nel precedente report (sui sequenziamenti di giugno, erano di più 37 invece dei 12 attuali), in Calabria la variante Alfa era ancora dominante (al 50%) mentre ora esce dai radar, la variante Delta si fermava al 30%, mentre le varianti brasiliana e nigeriana si attestavano al 10% ciascuna. 

Banner

SCARICA QUI IL DOCUMENTO COMPLETO 

“La rapida diffusione della variante Delta, ormai predominante, è un dato atteso e coerente con i dati europei, che deve essere monitorato con grande attenzione – afferma il presidente dell’Iss Silvio Brusaferro - È fondamentale continuare il tracciamento sistematico dei casi per individuare i focolai, e completare il più velocemente possibile il ciclo vaccinale, dal momento che questo garantisce la migliore protezione”.

Per l’indagine è stato chiesto ai laboratori delle Regioni e Province Autonome di selezionare dei sottocampioni di casi positivi e di sequenziare il genoma del virus. Il campione richiesto è stato scelto dalle Regioni/PPAA in maniera casuale fra i campioni positivi garantendo una certa rappresentatività geografica e, se possibile, per fasce di età diverse. In totale, hanno partecipato all’indagine le 21 Regioni/PPAA e complessivamente 123 laboratori e sono stati sequenziati 1325 campioni.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner