Insulti ed aggressioni ai carabinieri, Riccio (Nsc): “I nostri superiori non diano giudizi approssimativi sui fatti accaduti”

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Insulti ed aggressioni ai carabinieri, Riccio (Nsc): “I nostri superiori non diano giudizi approssimativi sui fatti accaduti”

  18 settembre 2021 16:49

"Ancora una volta Carabinieri prima insultati e poi aggrediti in servizio,  siamo letteralmente stufi di essere considerati come cartoni animati." Lo dice Fabio Riccio, segretario Provinciale del Nuovo Sindacato Carabinieri di Catanzaro, commentando quanto avvenuto ieri sul lungomare di Catanzaro quando una cittadina ucraina non appena ha visto i carabinieri, che erano andati lì per effettuare alcuni accertamenti, li ha prima insultati e poi, come se nulla fosse, quasi in maniera disinvolta, ad uno di loro  ha dato uno schiaffo sulla testa.  "Siamo stanchi di tutto ciò - dice Riccio  - come siamo, altresì, delusi da alcune parole di certi "superiori" pronti a bacchettarci quando episodi del genere si verificano e, contestualmente, si deve procedere alla denuncia degli aggressori. Alcuni "superiori" ritengono che le denuncie il reato di oltraggio o lesioni al pubblico ufficiale,  siano una sorta di notizie negative per l'Arma. I suddetti  reati vengono  definiti "reati brutti".

Sembra quasi che i citati  "superiori", siano staccati dalla realtà e non percepiscano quello che è un reale disagio dei Carabinieri. Carabinieri che chiedono invece di essere tutelati e non di essere considerati personaggi da cartoni animati da ridicolizzare."

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner