Integrazione, presentato a Catanzaro il progetto ‘Percorsi’ rivolto ai minori stranieri non accompagnati

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Integrazione, presentato a Catanzaro il progetto ‘Percorsi’ rivolto ai minori stranieri non accompagnati

  10 aprile 2024 15:26

di FRANCESCO IULIANO

Favorire l'integrazione ed il lavoro dei minori stranieri non accompagnati. E’ questo l’obiettivo del progetto ‘Percorsi’, finanziato dalla Direzione generale ‘Immigrazione e Politiche di Integrazione’ del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, con risorse del Programma Operativo Complementare (Poc) "Legalità" 2014-2020 e realizzato da Anpal Servizi SpA, (oggi Sviluppo Lavoro Italia).

Banner

Banner

Questa mattina, nella sala Turchese della Cittadella regionale, la presentazione dell’iniziativa alla quale hanno partecipato, con i dirigenti dell’Agenzia, anche il dirigente del Dipartimento regionale alle Politiche per il lavoro, Cosimo Cuomo.

Banner

“Quello che presentiamo - ha spiegato la responsabile del progetto Percorsi quattro di Sviluppo Lavori Italia, Rosa Rotundo  - è un progetto che

promuove la realizzazione di percorsi integrati di inserimento socio-lavorativo a favore dei minori stranieri non accompagnati e giovani migranti fino a 24 anni non compiuti nelle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia”.

In Italia - è stato detto -, al 31 dicembre del 2023, i minori stranieri non accompagnati censiti sono stati 23mila226 di cui l’88,4 per cento maschi ed un 46,1 per cento con età di 17 anni. Arrivano soprattutto da Egitto, Ucraina, Tunisia, Gambia e Guinea, mentre le regioni che ne accolgono di più sono la Sicilia, la Lombardia, l’Emilia Romagna.  

“Attraverso un Avviso pubblico - ha aggiunto Rosa Rotundo - , sono state messe in disponibilità complessivamente 1500 doti individuali, di cui 750 già assegnate nella prima fase dell'intervento (annualità 2021-2023) ed ulteriori 750, oggetto dell'attuale riapertura dei termini dell'Avviso. L'intervento, inoltre, prevede azioni di supporto alla qualificazione dei percorsi e di animazione delle reti tra attori pubblici e privati coinvolti nelle politiche di integrazione socio-lavorativa. Gli attori coinvolti dall'Avviso Pubblico sono soggetti pubblici e privati autorizzati all'intermediazione ai sensi del Decreto legislativo 276 del 2003 e oppure accreditati a livello nazionale all'erogazione dei servizi per il lavoro ai sensi dell'art 12 del Decreto legislativo 150 del 2015, nonché i soggetti accreditati ai servizi per il lavoro a livello regionale, purché riconosciuti dalle normative regionali quali Soggetti Promotori di tirocini extracurriculari”.

La dote messa a disposizione, ha una valore complessivo pari a 5.940 euro  di cui 2.340 euro a favore del soggetto promotore, 600 euro per il soggetto ospitante, 3.000 euro per il destinatario come indennità di frequenza del tirocinio. Nel caso di proroga del tirocinio, fino ad un massimo di 12 mesi, il valore della dote aumenta fino ad un importo massimo di 10 mila euro.

La data ultima per le candidature da parte dei soggetti promotori, è quella del 4 giugno prossimo mentre la presentazione delle richieste di avvio dei tirocini è fissata al 15 settembre 2024.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner