Intervista all’assessore all'Ambiente, Aldo Casalinuovo: "Indispensabile la collaborazione dei cittadini"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Intervista all’assessore all'Ambiente, Aldo Casalinuovo: "Indispensabile la collaborazione dei cittadini"

  23 luglio 2022 07:00

di ENZO COSENTINO

L’avvocato Aldo Casalinuovo ritorna a Palazzo de Nobili. E’ stato Consigliere Comunale e dai banchi dell’Aula “rossa” ha sempre dato un contributo sostanziale nell’interesse della Città. Il Sindaco Nicola Fiorita lo ha voluto fortemente nella sua squadra di governo delegandogli Ambiente, Affari Generali, Contratti e Sua. La delega all’Ambiente è la più complessa perché lo metterà difronte a problematiche che a Catanzaro sono state sempre in primo piano e non sempre hanno trovato soluzioni ottimali. Il programma di governo prevede il massimo impegno in questa direzione. Per attuarlo occorre tempo. Sono richiesti comunque interventi quotidiani ma anche interventi possibili in tempi meno brevi. Quello assegnato all’avvocato Casalinuovo è un assessorato veramente strategico. A Casalinuovo abbiamo posto tre domande.

Banner

Banner

Avvocato Casalinuovo, delega “pesante” la sua da svolgere in un contesto urbano difficile. Ha già un piano operativo per provvedimenti di bonifica del territorio?

Banner

“Il territorio comunale com'è noto è molto vasto, estendendosi dai quartieri ai limiti della Presila al mare. Si tratta di 114 km lineari in un territorio anche morfologicamente non semplice. È già in atto lo sfalcio e il diserbo delle strade di accesso alla città, mentre subito dopo si passerà a diserbo e sfalcio nei singoli quartieri. Da lunedì si inizierà con il lavaggio delle strade, che fino alla fine del mese di agosto coprirà tutta la città, can cadenza di tre uscite settimanali. Si puliranno ogni giovedì i vicoli e le strade più strette del centro storico con operatori muniti di lancia a pressione con prolunga di 50 m. Il lungomare di Lido è lavato ogni giorno, come gli accessi in spiaggia, mentre a Giovino stiamo procedendo ad eliminare alcune discariche abusive ad opera dei soliti incivili. Il lavoro da fare è tanto, ma sia nel personale dell'Assessorato che nei quadri e nelle maestranza dell' azienda appaltatrice ho trovato molta serietà e voglia di adoperarsi per una resa sempre più confacente ai bisogni e alle richieste della città.”

Per far raccontare Catanzaro, “Città pulita” anzichè sporca, quanto è importante, oltre all’intervento del Comune, il concorso collaborativo dei cittadini e come?

“La collaborazione dei cittadini è assolutamente fondamentale. Siamo al 70% come raccolta differenziata, e dunque una delle realtà "grandi" più virtuose nell'intero Sud Italia. Purtroppo il restante 30%, che appunto non differenzia e, mi passi l'espressione, se ne frega, è una costante spina nel fianco. Quando vediamo o vengono fotografati cumuli abbandonati di immondizia, questi sono opera degli incivili che buttano la spazzatura in mezzo alla strada (e non sempre si tratta di strade di pertinenza comunale, ma spesso di competenza provinciale o Anas, anche se la direttiva è quella di raccogliere comunque). Una piaga che, purtroppo, non risolviamo con la semplice foto e il commento critico, per quanto "utili" nell'immediatezza. Si va a ripulire e, nello stesso posto, dopo pochi giorni siamo punto e a capo. A questo proposito, provvederemo ad installare già dalla settimana prossima sei telecamere (le c.d. foto trappole) che erano già in possesso dell'amministrazione e che saranno riattivate tecnicamente e subito collocate in alcuni punti della città dove il fenomeno degli abbandoni è particolarmente invasivo. Ancora è poco, intendiamoci, ma iniziamo con questi dispositivi che già, ripeto, sono subito a disposizione, dopo il riavvio tecnico, per essere utilizzati.”

Assessore, non solo Centro storico ma degrado nelle periferie il problema dei problemi. Saranno risolti?

“La città è una e merita il massimo dell'attenzione dal centro alle periferie. Il territorio, come ho detto, è molto vasto e non possiamo pretendere che tutto si metta a posto in pochi giorni. Mi duole dirlo, ma evidentemente gli input politico-amministrativi, fin qui, non sono stati adeguati all'importanza e alla dimensione delle problematiche legate all'ambiente, al decoro e alla pulizia della città. Come suol dirsi, nessuno ha la bacchetta magica (la nuova giunta opera da una settimana esatta), ma con adeguato impegno e perseveranza sono certo che i risultati soddisfacenti arriveranno. Chiedo ai cittadini, a questo fine, un po' di comprensione e soprattutto tanta collaborazione.”

L’appello conclusivo dell’Assessore Aldo Casalinuovo è auspicabile che sia recepito in pieno anche perché la sua attuazione avrebbe positivi riflessi in altri settori a vocazione sociale. Un lavoro di squadra, in ultima analisi, che deve trovare una sinergia indispensabile: Istituzione (con la sua complessa macchina burocratica- anche da snellire e renderla più efficiente) e cittadini. Una accoppiata che potrà spingere veramente ad una inversione di tendenza. Perché Catanzaro è di tutti.  

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner