Intimidazioni a parroci nel Vibonese, Di Bartolo (PD): "Segno inequivocabile dell'aggressione criminale che insidia il territorio"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Intimidazioni a parroci nel Vibonese, Di Bartolo (PD): "Segno inequivocabile dell'aggressione criminale che insidia il territorio"
Giovanni Di Bartolo
  01 marzo 2024 16:34

"I gravi atti intimidatori indirizzati a monsignor Attilio Nostro, Vescovo della diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea, don Francesco Pontoriero, parroco di Cessaniti, e don Felice Palamara, parroco di Pannaconi, offendono profondamente e minacciano l'intera comunità vibonese.

Ormai da mesi si registrano episodi intollerabili e tutt'altro che isolati, segno inequivocabile di una aggressione criminale che insidia il tessuto sociale ed economico del territorio provinciale.

Sosteniamo l'azione delle autorità di pubblica sicurezza e delle forze dell'ordine, certi dell'impegno quotidiano profuso per garantire la libertà e la sicurezza delle nostre comunità.

Sabato 2 marzo saremo a Cessaniti per partecipare alla fiaccolata silenziosa al fine di manifestare la nostra vicinanza e solidarietà e rinnovare il nostro impegno insieme a quanti - così come la Chiesa - credono nei valori irrinunciabili di convivenza civile e legalità".

Lo scrive Giovanni Di Bartolo, Segretario provinciale PD Vibo Valentia.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner