Isola Capo Rizzuto. Il Centro Life Medical Terapy diventa struttura cardioprotetta

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Isola Capo Rizzuto. Il Centro Life Medical Terapy diventa struttura cardioprotetta

  30 giugno 2021 13:37


Il decreto legislativo ” Balduzzi” del 2011 impone l’istallazione di un defibrillatore con personale formato in ogni luogo pubblico. C’è chi lo sa e fa finta di niente e  c’è chi, come il Centro Life Medical Terapy di Isola Capo Rizzuto,  non gira la testa dall’ altra parte.

Una struttura operante in ambito riabilitativo nell’asp di Crotone dal marzo 2016, la cui mission prevede l’erogazione di prestazioni di riabilitazione estensiva ambulatoriale e domiciliare, accreditata per questo servizio, ed è autorizzata al servizio di fisiochinesiterapia, che 4nei giorni scorsi, rispettando le normative Covid, ha organizzato un corso di alta formazione sull’utilizzo del defibrillatore e sulle manovre di rianimazione cardio polmonare  in caso di  arresto cardio respiratorio .

Banner

Il Corso, che si è avvalso delle competenze di istruttori certificati sanitari e laici, prevedendone una parte teorica e una parte pratica, è stato svolto dal Centro Nazionale, accreditato dalla Regione Calabria secondo normative di legge, della Simeup Crotone e da Mccare medical Divison, è stato certificato , per come prevede il decreto legislativo regionale, dal dottore Giovanni Capocasale nelle consumate vesti di medico istruttore e direttore del corso.

Banner

"Dico grazie al management del Life di Isola per la sensibilità dimostrata nel formare postazioni salvavita nei luoghi di lavoro con accesso di pubblico- ha detto il direttore Giovanni Capocasale, precisando che- conoscere il supporto vitale di base, acronimo Bls-D, rappresenta dovere sociale di ogni cittadino e non solo dei sanitari”.

Banner

Hanno preso parte al corso di formazione infermieri, fisioterapisti , operatori sanitari rd amministrativi .
Anche il Centro diventa, dunque, struttura certificata cardioprotetta.

Un elemento, quello in questione,  che non può e non deve più farsi attendere, perchè in gioco vi è ciò che di più prezioso possediamo: la vita stessa e, si sa, con l’arresto cardiaco anche perdere un solo minuto può essere fatale, va da sé che va aborrita ogni forma di improvvisazione.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner