La “bella favola" dell’Azienda Unica Ospedaliera a Catanzaro: raccontarla con onestà intellettuale

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images La “bella favola" dell’Azienda Unica Ospedaliera a Catanzaro: raccontarla con onestà intellettuale

  31 ottobre 2022 22:07

di ENZO COSENTINO

Azienda unica ospedaliera a Catanzaro – fra Pugliese-Ciaccio e Policlinico Università Magna Graecia” -  il titolo di una bella favola che si racconta da anni. E che la politica racconta a volte con un pizzico di realtà (leggasi realtà da non confondere con lealtà), ma spesso anche con una confusione di linguaggio che le è proprio.

Banner

In queste ore sull’argomento, con una nota che sembra anche molto ragionata, un intervento della Cisl Medici che ha reso noto quanto deliberato dall’Assemblea di categoria. Nella chiosa conclusiva la sintesi del pensiero politico-sindacale sulla vicenda “unificazione ospedaliera a Catanzaro”.

Banner

L’assemblea Cisl-Medici ha, infatti, deciso di programmare per il 16 novembre prossimo una nuova seduta. L’organizzazione cislina sostiene che l’iter della legge che dovrebbe sancire l’unificazione è carente “di  una trasparente riorganizzazione della sanità cittadina e di un preventivo coinvolgimento delle organizzazioni sindacali”.

Banner

Ma esiste anche un altro aspetto problematico della vicenda e cioè l’assenza nel dibattito di voci autorevoli a difesa dell’utenza, Cioè  spiegare ai cittadini con lealtà (se alla politica riesce questo salto di qualità comunicativa) cosa cambierebbe – in meglio, s’intende - nel sistema sanità della nostra Città che, guarda caso, è la Capitale della Calabria. Dimostrare che commissioni, sottocommissioni e via dicendo stanno lavorando per un “protocollo d’intesa” che non abbia come fine tattico-strategico la difesa di singole categorie di operatori del comparto sanità. Soprattutto che il terreno del confronto sia sgombrato da baroni e baronie.

Ha queste capacità la nostra politica? Lo vorremmo capire anche noi. Per dare un contributo superpartes per chiudere con un capitolo di qualità questa bella favola che si racconta sulla Azienda Unica Ospedaliera a Catanzaro.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner