La Cisl Fp Magna Graecia nuovamente sul piede di guerra

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images La Cisl Fp Magna Graecia nuovamente sul piede di guerra
L'ospedale San Giovanni di Crotone
  31 luglio 2019 16:57

La Cisl Fp Magna Graecia prende atto con rammarico che ad un mese dall’accordo sottoscritto tra le organzzazioni sindacali, Rsu e l’amministrazione, nulla è stato ancora attuato. La scrivente organizzazione sindacale delusa ma non sorpresa del comportamento gestionale non all’altezza della situazione del Direttore Generale, di cui si conosce bene l’operato inconcludente che ha caratterizzato il passato del Dottor Giuliano nelle vesti di Direttore Generale facente funzioni. all’Asp di Catanzaro, non poteva però immaginare che lo stesso direttore fosse cosi coerente nel suo agire anche all’Azienda ospedaliera Mater Domini.

L’accordo sottoscritto doveva essere applicato nel più breve tempo possibile, poiché la trasformazione del contratto a tempo pieno avrebbe sopperito sin da subito alla carenza di personale aggravata ancor più dalle ferie estive del personale infermieristico e organizzazioni sindacali; invece, anziché concretizzare quanto sottoscritto, fuori da ogni logica si è deciso, per far fronte alla mancanza di personale, di autorizzare lavoro straordinario al personale a tempo determinato part-time e consentendo verbalmente, di ricorrere inoltre alle prestazioni aggiuntive in qualche Unità Operativa.

Banner

La Cisl Fp ritiene di dover precisare che la denuncia su mezzo stampa è atto dovuto in quanto, nessuna risposta è pervenuta da parte del managemnt alle note inviate dal Segretario Aziendale della CISL e dal Coordinatore Rsu Si considera, che qualsiasi ostacolo fosse sopraggiunto successivamente all’accordo sottoscritto, il Dott. Giuliano avrebbe dovuto convocare le organizzazione sindacale ed Rsu e comunicare loro eventuali impedimenti alla risoluzione della problematica.

Banner

Se tutto ciò non è avvenuto significa che il Direttore Generale F.F. non ha intenzione di confrontarsi con le organizzazioni sindacali ed Rsu. Pertanto, prendendo atto di tutto ciò e considerando i forti malumori manifestatesi tra i lavoratori, codesta ora se non dovesse ricevere alcuna risposta proclamerà lo stato di agitazione di tutto il personale del comparto.

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner