La CPO del Comune di Catanzaro a sostegno di Fondazione Betania

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images La CPO del Comune di Catanzaro a sostegno di Fondazione Betania
Luciana Loprete
  01 agosto 2023 16:34

"Un welfare che si rispetti deve preliminarmente dare priorità a quelle che sono le esigenze dei fruitori dei servizi, spesso essenziali, degli operatori coinvolti nella gestione delle persone stesse e degli enti ai quali gli stessi vengono affidati.

Pare però oramai cosa consolidata, quella che gli enti e gli operatori debbano e possano lavorare con la speranza di poter vedere riconosciuto il proprio lavoro a distanza poi di svariati mesi. Capita però, così come evidenziato ieri in occasione della conferenza stampa indetta presso i locali di Fondazione Betania che una istituzione di tale portata, presente sul campo da più di quarant’anni garantendo un servizio alla persona che rappresenta un fiore all’occhiello per la nostra regione si veda affiancata da curatori fallimentari disposti dal tribunale per dare seguito ad una procedura di liquidazione che ne determinerebbe chiusura certa. 

Banner

L’annoso problema della sempre più odiata burocrazia che spesso per cavilli pone gli enti in gravi situazioni oggi, attraverso ciò che sta accadendo alla Fondazione Betania rischia di lasciare un segno negativo nell’intero terzo settore poiché a tale procedura potrebbero essere affidate tutte quelle strutture che nonostante continuino la loro opera meritoria e nonostante vantino somme ingenti dalle pubbliche amministrazioni possano cadere nel baratro delle procedure fallimentari".

Banner

A portare il messaggio di supporto e vicinanza è stata anche Luciana Loprete, Presidente della Commissione Comunale per le Pari Opportunità che nel suo breve intervento ha richiamato gli obiettivi specifici dell’agenda 2030 con la consapevolezza che quanto di buono scritto nei vari punti non trova purtroppo applicazione nel mondo reale soprattutto quando ci si trova a trattare temi come quello odierno si capisce perfettamente che la strada prescelta non è sicuramente la migliore. La stessa, manifestando la sua vicinanza a Padre Piero Puglisi ed a tutta la struttura di Fondazione Betania si è resa disponibile infine a fare tra ponte con l’amministrazione comunale di Catanzaro per cercare una risoluzione alla problematica che, così come detto potrebbe rappresentare l’inizio di una catena con risvolti nettamente negativi su tutto il terzo settore non solo catanzarese ma dell’intera Regione.

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner