La Diocesi di Catanzaro lancia un percorso di formazione per operatori pastorali

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images La Diocesi di Catanzaro lancia un percorso di formazione per operatori pastorali
Mons. Claudio Maniago, Arcivescovo Catanzaro
  08 febbraio 2024 09:03

 

“In cammino verso te, in cammino con te, in cammino per te, perché ciascuno riconosca nell’altro il Tuo amore per noi”, l’altro è anche la persona con disabilità, quella in cui la fede ha un radicamento profondo, a volte invisibile, ma carico di speranza.

Banner

È con queste basi, con la Persona al centro di ogni agire, che il Settore Catechesi Inclusiva dell’Ufficio Catechistico della Diocesi di Catanzaro Squillace avvia per il prossimo 12 febbraio un percorso di formazione per operatori pastorali, catechisti e animatori sul tema della disabilità, della fede vissuta da chi convive con una patologia e dei loro caregiver. Un cammino pensato per accompagnare le Parrocchie a accogliere ciascuna Persona, valorizzandone le diversità e offrendo risposte sempre più attuali. Una Chiesa, dunque, che in ottica sinodale cammina insieme e va incontro agli uomini e alle donne di oggi, una Chiesa che attraverso i propri apostoli intende costruire e diffondere una nuova visione della persona con disabilità, puntando al potenziamento della sua vita interiore. Due sessioni sono state programmate in questo 2024; la prima in partenza il 12 febbraio presso l’Istituto Palazzolo di Catanzaro e un’altra che partirà il prossimo autunno presso l’Istituto Maria Ausiliatrice di Soverato per accogliere le parrocchie afferenti alle varie zone e appartenenti all’ampio territorio della Diocesi, un ulteriore modo per accorciare le distanze e vedersi un’unica Chiesa in cammino. Ogni sessione sarà strutturata in tre incontri, dopo il primo a febbraio, ne seguiranno uno a marzo e l’ultimo ad aprile, e ogni incontro sarà strutturato in due momenti. Il primo step, sarà guidato da Don Ferdinando Fodaro e da Suor Stefania del Palazzolo e si concentrerà sulla Parola, su quel Vangelo che deve necessariamente farsi testimonianza e vita vera. Il secondo momento, invece, sarà curato da tre professioniste del settore, la dott.ssa Critelli Roberta, la dott.ssa Eleonora Dardano e la dott.ssa Sara Dolce che guideranno i partecipanti nel mondo della disabilità, fornendo in modalità seminariale degli spunti pratici su come realizzare un incontro di catechesi inclusiva. Due i seminari attivi, che si potranno seguire dopo un primo momento plenario dedicato alla comunicazione e al linguaggio da utilizzare quando si parla di Persone a prescindere dalla situazione in cui si trovano, uno sui disturbi specifici dell’apprendimento e l’altro sull’autismo. Saranno momenti che accompagneranno i corsisti in un mondo ancora poco conosciuto ma che può essere apprezzato e valorizzato attraverso strumenti alternativi che si avrà modo di manipolare in simulazioni e piccole attività. Gli stessi incontri faranno parte dell’edizione autunnale, ma in primavera ci sarà un momento plenario presso un santuario, in cui, alla presenza di Sua Eccellenza Monsignor Maniago promotore di questa azione altamente formativa, ci si incontrerà per momenti di preghiera e riflessione ma anche per restituire quanto fatto nei gruppi di lavoro. Un’azione formativa che rientra nella forza innovatrice dell’Arcivescovo della Diocesi di Catanzaro Squillace, che auspica una Chiesa giovane, in movimento, in cammino e sempre attenta alla valorizzazione della Persona.

Banner

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner