La Regione ufficializza il calendario scolastico calabrese. Le date: inizio lezioni e festività

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images La Regione ufficializza il calendario scolastico calabrese. Le date: inizio lezioni e festività
Il rientro a scuola alla scuola "Pascoli"
  30 luglio 2021 17:36

La Regione ha ufficializzato il calendario scolastico calabrese 2021/2022. Le date, anticipate alle altre istituzioni coinvolte un mese fa dall'assessore Sandra Savaglio, non avendo avuto controindicazioni sono state mantenute. Oggi, con un apposito decreto firmato dal presidente f.f. Nino Spirlì, diventano definitive. 

Per tutti gli istituti scolastici l'inizio delle lezioni è fissato per lunedì 20 settembre 2021 e termineranno giovedì 9 giugno 2022 per un totale di 204 giorni di attività didattica. Nella scuola dell'infanzia invece l'ultimo giorno è fissato per giovedì 30 giugno 2022. Non si effettueranno lezioni, oltre che nei giorni riconosciuti come festività nazionali nei seguenti giorni: il 2 novembre 2021 - Commemorazione dei defunti; dal 24 dicembre 2021 al 6 gennaio 2022 – Festività natalizie; dal 14 aprile 2022 al 19 aprile 2022 - Vacanze Pasquali. Le festività (oltre alle domeniche) sono le seguenti: - 1 novembre, festa di tutti i Santi; 8 dicembre, festa dell’Immacolata Concezione; 25 dicembre, festa di Natale; 26 dicembre, festa di Santo Stefano;1 gennaio, Capodanno; 6 gennaio, Epifania;  giorno di lunedì dopo Pasqua, 25 Aprile, Anniversario della Liberazione;1 Maggio, Festa del Lavoro; 2 Giugno, Festa Nazionale della Repubblica;  festa del Santo Patrono

Banner

L'attenzione è concentrata sulla ripartenza fissata fra un mese e mezzo. Il governo ha predisposto una bozza di piano per l'avvio dell'anno scolastico in sicurezza che successivamente sarà presentato alla Regioni. Tutti professano l'obiettivo di iniziare con la didattica in presenza per archiviare la Dad. Ma ci sono incognite. Dai trasporti ai vaccini. Gli studenti, per ragioni anagrafiche, hanno iniziato più tardi la campagna vaccinale e le percentuali sono ancora basse. Poi c'è la questione del personale scolastico. La Calabria è fra le regioni (oltre il 30%, più di 14 mila unità) con il tasso più alto di non vaccinati nemmeno con una dose. Il commissario Figliuolo ha chiesto di conoscere nel dettaglio la situazione, con le regioni chiamate a fornire dati più approfonditi. Se la copertura non dovesse salire in queste settimane molti esponenti dell'esecutivo non escludo il ricorso all'obbligo vaccinale. Dopo i sanitari, quella del personale scolastico sarebbe la seconda categoria ad esserne soggetta. Ma non tutti sembrano d'accordo. 

Banner

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner