La scuola rifugio contro la violenza sulle donne: l’impegno dell’IC Catanzaro Nord Est Manzoni

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images La scuola rifugio contro la violenza sulle donne: l’impegno dell’IC Catanzaro Nord Est Manzoni

  25 novembre 2023 08:27

“La Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne rappresenta un momento cruciale per riflettere, sensibilizzare e agire contro le molteplici sfide che le donne affrontano quotidianamente. In questo contesto, la scuola assume un ruolo fondamentale nella promozione di una cultura di rispetto, uguaglianza e consapevolezza di genere”

Queste le parole con cui il Dirigente Scolastico dell’I. C. Catanzaro Nord Est Manzoni, Prof. Giulio Comerci ha accolto i docenti e gli alunni nel giorno dedicato alla riflessione sulla violenza di genere.

Banner

La violenza di genere non è un problema estraneo alle aule scolastiche, ha continuato il Prof. Comerci, al contrario, può infiltrarsi sottilmente nelle dinamiche quotidiane. La scuola, pertanto, deve diventare un rifugio sicuro, un luogo dove gli studenti possano sentirsi protetti e rispettati, indipendentemente dal loro genere. Educatrici ed educatori giocano un ruolo cruciale nell'inculcare valori di rispetto reciproco e nell'istruire gli studenti su questioni di genere.

Banner

È imperativo aggiungere l'educazione sulla violenza di genere nelle tematiche scolastiche, promuovendo discussioni aperte e sensibilizzando gli studenti fin dalla più giovane età. I docenti possono utilizzare approcci interdisciplinari per affrontare questo tema, coinvolgendo materie come storia, letteratura e scienze sociali per far emergere la complessità del problema.

Banner

La Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne offre l'opportunità di organizzare eventi educativi all'interno della scuola, a questo proposito ha stimolato i docenti tutti ad organizzare workshop, seminari e conferenze per coinvolgere gli studenti in discussioni significative, offrendo loro gli strumenti necessari per riconoscere e contrastare la violenza di genere.

Una fra le manifestazioni più significative si è svolta, ieri, nel Plesso di Siano dove i giovani alunni della scuola secondaria di primo grado hanno piantato un albero, per rappresentare la vita, e successivamente in un silenzio rispettoso, hanno disposto dei sassi dipinti di rosso con i nomi delle donne uccise e la data della loro morte.

Commovente la lettura dei pensieri scritti dai ragazzi e il suggestivo sottofondo musicale durante la celebrazione.

Il Dirigente ha voluto porre, inoltre, l’accento su quanto i Docenti e gli Educatori in genere devono essere informati e consapevoli dei segni di violenza di genere, pronti a fornire sostegno e risorse alle vittime. La scuola dovrebbe anche implementare politiche chiare contro la discriminazione di genere, creando un ambiente inclusivo che promuova la diversità.

La lotta contro la violenza sulle donne è una responsabilità collettiva, e la scuola gioca un ruolo chiave nella trasformazione di questa visione in realtà. Solo attraverso l'educazione e l'azione congiunta possiamo sperare di creare una società dove le donne possano prosperare senza paura e con il pieno rispetto dei loro diritti e della loro dignità.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner