“La simulazione: apprendere sfruttando l’errore”: all’Opi Catanzaro la formazione è sempre più virtuale

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images “La simulazione: apprendere sfruttando l’errore”: all’Opi Catanzaro la formazione è sempre più virtuale
Foto di archivio
  04 agosto 2022 09:33

“La simulazione: apprendere sfruttando l'errore": nuova dimensione formativa con il corso teorico-pratico che l’Opi di Catanzaro ha messo in piedi e realizzato nella sala convegni  e nel Centro di Simulazione della propria sede istituzionale.

Una via innovativa in scia con l’idea rivoluzionaria di formazione e comunicazione lanciata dall’Ordine da un anno a questa parte che, dopo l’acquisto e la “messa in opera” del manichino di ultima generazione “Anna”, ha trovato ulteriore concretezza nel simposio che vedeva responsabili scientifici il presidente dell’Ordine Giovanna Cavaliere, il responsabile del Centro di Simulazione Antonio Ciambrone e il dott. Pietro Maglio, anestesista e rianimatore all’azienda ospedaliera “Pugliese  - Ciaccio” di Catanzaro oltre che componente del Servizio Elisoccorso della Regione Calabria.

Banner

Moderato dalla responsabile della Comunicazione e Formazione Opi Catanzaro Emilia Cutullè, il corso si è snodato nella parte teorica del mattino e in quella pratica pomeridiana.

Banner

«Grazie alla collaborazione con la SimulKare – commenta il presidente Giovanna Cavaliere assieme al Direttivo società che si sta imponendo nel settore della simulazione, abbiamo dato vita a un’iniziativa emozionante con dei manichini ultramoderni e di ultima generazione per la formazione degli iscritti in modalità interattiva con l’obiettivo di evitare l’errore e con la ripetizione delle manovre».

Banner

Il presidente inoltre, fa sapere che «gli iscritti OpiCatanzaro sono rimasti esterrefatti da questo modo innovativo di fare simulazione, attraverso simulatori ultramoderni Simulkare» e che  «riproporremo questa formazione nel prossimo autunno, portando nuovi simulatori».

Dopo gli spaccati introduttivi, via alle relazioni con Antonio Ciambrone che ha posto l’accento su "La simulazione nella Formazione".

Quindi Pietro Maglio e le argomentazioni concernenti le "Abilità tecniche e non-tecniche".

A seguire Deborah Borza: "Costruire uno scenario in simulazione" la sua analisi, mentre nel loro intervento congiunto Mariacristina Ferlaino e Arianna Conidi hanno analizzato “Il Debriefing dopo lo scenario in simulazione".

Poi le simulazioni pratiche di gruppo, le esercitazioni “Sim Scenario Canvas” e le manovre eseguite sul manichino Skill Trainer tra cui l’ecografia transesofagea a realtà virtuale.

Prima del Corso l’assemblea degli iscritti aveva approvato il Bilancio Preventivo 2021.

«Si tratta di un ottimo documento contabile che porta ad una riprogrammazione degli obiettivi prefissati dall’Ordine nella proficua ottica di riduzione e contenimento della spesa» è stato evidenziato nel corso dei lavori.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner