La sottosegretaria Nesci: "Selezione proposte CIS entra nel vivo, ad aprile fase conclusiva"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images La sottosegretaria Nesci: "Selezione proposte CIS entra nel vivo, ad aprile fase conclusiva"
Dalila Nesci
  02 marzo 2022 16:44

 
“Con il CIS il Governo ha deciso di varare un piano straordinario di investimenti per lo sviluppo della Calabria. La risposta del territorio è stata eccezionale: sono pervenute oltre mille proposte, segno di una grande vitalità della nostra regione. È stato immediatamente avviato l’esame dei progetti da parte di Agenzia per la Coesione e Invitalia e ora la selezione entra nel vivo, con l’obiettivo di passare entro aprile alla fase conclusiva“. Lo dichiara la Sottosegretaria per il Sud e la Coesione territoriale Dalila Nesci che ha incontrato il direttore generale dell’Agenzia per la Coesione Paolo Esposito e il Presidente di Invitalia Andrea Vieri. 
 
“Grazie al confronto preliminare con tutti i sindaci del territorio, che ho voluto incontrare per illustrare nei dettagli il Contratto Istituzionale di Sviluppo, è stato possibile ottenere non solo una grande quantità di adesioni, ma anche un livello qualitativo elevato: sono infatti risultare idonee ben 884 proposte, ovvero il 75% del totale. Questo risultato - aggiunge - è il frutto della cooperazione istituzionale che abbiamo voluto promuovere con la consapevolezza che, per il svelare la bellezza della Calabria, serve l’impegno di tutte le istituzioni coinvolte".
 
"Ora si procederà alla selezione dei progetti e alla computazione dei finanziamenti con l’obiettivo di valorizzare l’impatto positivo che si potrà generare sulla crescita del territorio, sulla tutela ambientale, sui flussi turistici e sul tessuto sociale e culturale della Calabria. Con il CIS emerge già un dato estremamente importante: la nostra regione si dimostra territorio fertile anche per futuri investimenti e progetti di sviluppo. Il nostro territorio - conclude Nesci - ha l’occasione di ripartire grazie alle risorse naturali e paesaggistiche, al patrimonio artistico e culturale, alla vocazione turistica e alle enormi opportunità di sviluppo che dobbiamo continuare a valorizzare”.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner