L'Accademia di Belle Arti di Catanzaro cerca il suo nuovo Direttore Amministrativo

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images L'Accademia di Belle Arti di Catanzaro cerca il suo nuovo Direttore Amministrativo
Aldo Costa
  02 agosto 2023 16:34

L’avv. Aldo Costa, Presidente dell’Accademia di Belle Arti di Catanzaro, rende noto che sul sito web dell’istituzione, nella sezione “bandi”, è consultabile l’avviso relativo al concorso pubblico per titoli ed esami per la copertura a tempo indeterminato di 1 posto Area EP/2 di Direttore Amministrativo.

Il bando è stato pubblicato in data 11 luglio 2023, le domande di ammissione devono essere presentate esclusivamente tramite piattaforma telematica (portale reclutamento https://www.inpa.gov.it) e la scadenza per la presentazione delle stesse è stata fissata al trentesimo giorno successivo alla pubblicazione. Ulteriori informazioni sono reperibili sul sito dell’ABA.

Banner

“Dopo l’espletamento del concorso per assistenti dello scorso anno si completa la fase di potenziamento e di riorganizzazione del personale dell’Accademia con l’assunzione del Direttore Amministrativo a tempo pieno ed indeterminato, dopo anni di incarico ad interim in attesa di una soluzione definitiva.

Banner

In un momento importante per lo sviluppo delle attività delle istituzioni del comparto AFAM (Accademie, Conservatori, ecc.) è necessario rivedere la oramai superata riforma del 1999, approvare i regolamenti per la didattica ed il reclutamento del personale, valorizzare pienamente il rango universitario delle AFAM, favorendo un sereno confronto con il MUR nel rispetto dei suoi poteri di programmazione e vigilanza, per superare una sorta di autonomia limitata che potrebbe condizionare la complessiva offerta formativa del comparto.

Banner

Inoltre, occorre metter mano decisamente alla riforma della governance delineando con chiarezza ruoli e funzioni delle figure di vertice valorizzando le rispettive competenze e professionalità.

Infine, bisogna utilizzare al meglio i fondi PNRR per progetti di internazionalizzazione, digitalizzazione, dottorati di ricerca, laboratori tecnologici, oltre a programmare puntualmente gli investimenti per l’edilizia e per l’alta formazione e ricerca”.

“Sono tante le questioni da affrontare” conclude il Presidente Costa “ma non vi è dubbio che si aprono innegabili opportunità per un comparto formativo che, in una Nazione come l’Italia, esercita un ruolo strategico per la crescita economica e sociale, rappresenta certamente un valore aggiunto per la valorizzazione del patrimonio culturale, artistico e musicale che vitalizza il nostro territorio, elemento costitutivo dell’identità del Paese e punto di forza della proiezione internazionale dell’Italia, come ha ricordato di recente il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella”.                                                                               

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner